Geometria sacra: cos’è, a cosa serve e perché è importante

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Viene definita come il linguaggio della creazione, pura espressione di numero e forma. Molte pratiche spirituali possono essere amplificate attraverso l'impiego dei suoi simboli

Hai mai sentito parlare di geometria sacra? Viene definita come il linguaggio della creazione, un ordine che appartiene a tutto ciò che ci circonda. Rappresenta la creazione della vita stessa, la manifestazione dell’armonia delle forme nel macrocosmo e nel microcosmo, secondo cui tutto deriva da un’unica fonte.

Manifestazioni della geometria sacra sono riscontrabili nelle orbite dei pianeti, nelle proporzioni dell’essere umano, nelle piante. Per esempio, solo per citarne alcuni, la ritroviamo:

  • nella stella a 5 punte racchiusa nel cuore delle mele,
  • nella forma a spirale delle pigne,
  • in un fiocco di neve,
  • nel bocciolo di una rosa,
  • nel fiore della passiflora,
  • nei frattali del cavolo romano

Leggi anche: La leggenda della passiflora e il suo significato spirituale

 

Persino gli edifici religiosi vengono realizzati sulla base della geometria sacra, rispettando precise  forme e proporzioni, che racchiudono a loro volta specifiche simbologie.

Grazie alla geometria sacra sarebbe possibile comprendere la struttura originaria di tutta la creazione e delle leggi universali dell’esistente. Inoltre può aiutarci a osservare noi stessi e il mondo in modo diverso, traendone beneficio.

Il Fiore della Vita

fiore della vita

@123rf.com

Una figura molto importante nell’ambito della geometria sacra è il Fiore della Vita, che racchiude tutte le forme geometriche esistenti, simbolo dell’energia universale. Esso è formato da 7 cerchi sovrapposti che si uniscono a forma di fiore, e simboleggia la struttura del Creato e il suo completamento, ma fa anche riferimento al numero 6, simbolo della Creazione.

Si ritiene che la sua struttura sia matematicamente perfetta e che tra i suoi petali si nasconda il Frutto della Vita, alla base del cosiddetto “Cubo di Metatron”. Quest’ultimo contiene 4 dei 5 solidi platonici, ovvero cubo, ottaedro, dodecaedro, icosaedro.

Come altre forme della geometria sacra, anche il Fiore della Vita ha una vibrazione energetica molto particolare, che sarebbe in grado di influenzare la struttura energetica di chi vi entra in contatto. E ne sarebbero di conseguenza influenzati anche la coscienza e le percezioni.

Ecco perché c’è chi consiglia di circondarsi di immagini raffiguranti il Fiore della Vita, apportatore di armonia, o di indossarlo sotto forma, per esempio, di ciondolo protettivo.

Altri simboli della geometria sacra

albero della vita

@123rf.com

Altro simbolo importante della geometria sacra è l’Albero della Vita, che simboleggia la Creazione, la trasformazione ciclica della natura, l’unione tra Terra e Universo, ma anche l’Uomo stesso. Nella Cabala e nel misticismo ebraico l’albero della vita è formato da dieci nodi interconnessi e rappresenta l’obiettivo di riportare armonia in tutta la Creazione.

spirale geometria sacra

@123rf.com

Ulteriori simboli della geometria sacra sono:

  • Sfera
  • Punto
  • Triangolo
  • Spirale

Esercizi di geometria sacra

Molte pratiche spirituali possono essere amplificate dalla geometria sacra. Le sue forme, per esempio, vengono spesso utilizzate nelle meditazioni per interrogare l’io profondo.

Emma Mildon, autrice di “The Soul Searcher’s Handbook: A Modern Girl’s Guide to the New Age World“, consiglia di provare questa semplice pratica che prevede l’utilizzo di cristalli:

  • raccogliete i vostri cristalli preferiti
  • pensate a ciò che state cercando
  • disponete i cristalli secondo una forma della geometria sacra come, per esempio, un triangolo, forma ideale per elevare la coscienza. Se invece volete focalizzarvi su sicurezza e stabilità prediligete un quadrato, e se il vostro obiettivo è l’unità puntate su un cerchio.
  • Meditate davanti alla forma così composta posizionandola su un altare.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook