Questo è il miglior disinfettante naturale per lavare verdure o insalata (e non è il bicarbonato di sodio)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il bicarbonato di sodio non si è dimostrato efficace nel decontaminare l'insalata dai batteri, tuttavia c'è unalternativa naturale che funziona.

Lavare l’insalata prima di servirla a tavola è uno step fondamentale di cui tutti sono a conoscenza. Tuttavia, un nuovo studio condotto da ricercatori italiani ha rilevato come il mix di acqua e bicarbonato di sodio non sia, in realtà, sufficiente a rimuovere tutti i batteri presenti sulla superficie dei vegetali, tra cui la Salmonella, e ad allontanare il rischio di ricontaminazione in frigorifero. (Leggi anche: Pesticidi su frutta e verdura: non basta sciacquare, questi sono i migliori e più efficaci metodi per rimuoverli)

Una possibile soluzione per risolvere il problema sarebbe aggiungere nell’acqua una sostanza sanificante, però quale scegliere? Secondo lo studio qui analizzato, l’olio essenziale di cannella rappresenta uno dei migliori disinfettanti naturali. Scopriamo insieme il perché.

Come ridurre la carica microbica dell’insalata in modo efficace

Lo studio condotto da ricercatori dell’Università di Teramo e pubblicato sul Journal of Food Safety ha cercato di capire quale sostanza sanificante aggiungere al lavaggio con acqua della lattuga Iceberg (il tipo di verdura scelto per il test) per ridurre in modo significativo la contaminazione causata dai microrganismi presenti sulle foglie. Le due sostanze che si sono rivelate essere le più efficaci sono state l’ipoclorito di sodio al 2% (conosciuto come candeggina, varechina o Amuchina®) e l’olio essenziale di cannella allo 0,5%.

Nello specifico, le due sostanze sono state messe a confronto per verificare il loro effetto nel ridurre i batteri mesofili e psicrotrofi aerobici totali, i lieviti e le muffe, i batteri dell’acido lattico e le Enterobacteriaceae presenti sulla lattuga. È stata poi studiata anche la loro efficacia nell’impedire la ricontaminazione delle foglie da parte della Salmonella. I risultati? Le due soluzioni hanno funzionato sia per decontaminare la lattuga, sia per evitare il rischio di Salmonella, anche dopo 48 ore di conservazione in frigorifero a 8°C (la temperatura comune degli elettrodomestici). Il trattamento con le due sostanze non ha neanche avuto effetti particolarmente negativi sull’aspetto, la consistenza e il gusto dell’insalata. Il bicarbonato di sodio, invece, non si è dimostrato efficace né per ridurre la carica microbica, né per evitare il rischio di contaminazione.

Dimenticati del bicarbonato, per rimuovere la sporcizia dalla tua insalata puoi ora fare affidamento all’olio essenziale di cannella.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Journal of Food Safety

Sull’insalata ti potrebbero interessare anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando di Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa all'Università La Sapienza, appassionato del web e delle dinamiche del mondo digitale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook