Ritirati questi noti integratori alimentari anti-colesterolo, marca e lotti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I Laboratori Guidotti del gruppo Menarini hanno segnalato il ritiro dal mercato di diversi lotti del loro integratore anti-colesterolo al riso rosso fermentato, il LevelipDuo. Richiamato anche un lotto del Levelip Triol

Alcuni lotti (8 in tutto) dell’integratore anti-colesterolo a base di riso rosso fermentato, Levelip duo, e un lotto di Levelip triol, sono stati richiamati volontariamente dal produttore (Laboratori Guidotti), a causa di “una non conformità di tipo analitico“.

I lotti richiamati sono i seguenti:

LEVELIPDUO 20 COMPRESSE RIVESTITE (Paraf. 978869360 – EAN 8059591080412)

  • G0D097 scad. 04/2022
  • G0I112 scad. 09/2022
  • G1C186 scad. 03/2023
  • G1G047 scad. 07/2023
  • G1H025 scad. 08/2023
  • G1H030 scad. 08/2023
  • G1M035 scad. 11/2023
  • G1M036 scad. 11/2023

richiamo levelip2 farmaco

LEVELIP TRIOL 30 COMPRESSE RIVESTITE (Paraf. 979816713 – EAN 8056446340592)

  • lotto G0L206 scad. 10/2022

richiamo levelip farmaco

Chiunque abbia acquistato questi lotti non li deve consumare ma restituire immediatamente al punto vendita.

Qual è il problema riscontrato in questi integratori?

A rivelare più nel dettaglio il motivo per cui alcuni lotti di questi integratori sono stati richiamati è la rivista Il Salvagente che ha condotto un test proprio sugli integratori alimentari a base di riso rosso fermentato anti-colesterolo.

Tra i 15 integratori presi a campione dalla nuova indagine (i cui risultati completi saranno pubblicati a fine mese) vi erano anche quelli dei Laboratori Guidotti. Tutti i prodotti sono stati testati per la disaggregazione, una prova obbligatoria solo per i farmaci e non per gli integratori ma che comunque si rivela molto importante.

Il saggio di disaggregazione, infatti, può verificare se l’integratore si disgrega correttamente (entro 15-30 minuti a seconda del tipo di compressa) e l’organismo può dunque assorbirlo in maniera efficace. Non è detto però che, se questo non avviene in maniera precisa, il principio attivo non verrà assorbito ma se esiste una non conformità c’è anche il rischio di un assorbimento rallentato.

Secondo il test del Salvagente, il Levelip Duo non ha superato la prova di disaggregazione e una volta comunicato il risultato all’azienda, questa ha deciso di ritirare dal mercato i lotti che presentavano tale problema.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: CODIFI / Il Salvagente

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook