Ritirato questo famosissimo integratore alimentare per presenza di ossido di etilene

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'integratore alimentare in bustine è stato richiamato per livelli troppo elevati di ossido di etilene, potenzialmente cancerogeno per l'uomo

Come conservare al meglio le fragole

L’integratore alimentare in bustine è stato richiamato per livelli troppo elevati di ossido di etilene, potenzialmente cancerogeno per l’uomo

Il Ministero della Salute ha annunciato il richiamo di alcuni lotti dell’integratore alimentare Polase Difesa Inverno, prodotto da GSK Consumer Healthcare S.r.l., in confezione da 14 e da 28 bustine da 7,1 grammi. I lotti di produzione interessati dal richiamo sono STA63 e STA64; NT602 e NT603; le date di scadenza sono, rispettivamente, marzo 2023 e aprile 2023. Il motivo del richiamo, precauzionale, è la presenza di tracce di ossido di etilene in concentrazioni superiori ai limiti consentiti all’interno di un ingrediente utilizzato nei lotti di prodotto menzionati.

Se si è acquistata una confezione riconducibile ai lotti di prodotto sopra indicati, è auspicabile sospenderne il consumo immediatamente e restituire l’integratore al punto vendita. Per eventuali informazioni, l’azienda produttrice invita a contattare il n. verde 800931556 oppure a scrivere all’indirizzo e-mail: it.servizio-consumatori@gsk.com.

Non si tratta del primo ritiro di prodotti dal mercato a causa di rischio chimico connesso alla presenza eccessiva di ossido di etilene, ma di cosa si tratta e perché è pericoloso per la nostra salute? L’ossido di etilene è un disinfettante gassoso utilizzato per prevenire la crescita di muffe e per prevenire la salmonella: visto il suo forte potere antibatterico e fungicida, viene utilizzato in campo alimentare come sterilizzante in alternativa alla pastorizzazione per quei prodotti termolabili che verrebbero danneggiati dal calore – in questo modo, finisce nei prodotti che mangiamo. Purtroppo, però, si tratta di una sostanza altamente tossica, definita come agente cancerogeno e mutageno per l’uomo già nel lontano 1994. Il rischio per la nostra salute è cronico potenziale: in pratica, se una persona dovesse consumare ogni giorno, per tutta la vita, una grande quantità del prodotto contaminato ci sarebbero delle conseguenze per la sua salute.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Ministero della Salute

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook