Bere caffè ti allunga la vita: ecco quante tazzine assumere ogni giorno per ridurre infarti e problemi al cuore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Bere caffé tutti i giorni ha un impatto molto positivo sulla tua salute, specie sul lungo termine. Scopri la quantità giornaliera ottimale.

Tra le super bevande che allungano la vita, ora possiamo inserire anche il caffé. Da un recente studio è stato determinato quante tazze è meglio bere ogni giorno.

Oggi giorno siamo sempre alla ricerca di nuovi metodi per assicurarci una vita più longeva e salutare. Oltre a risposte più comuni come fare attività fisica (e anche poca può dare un grande contributo), la nutrizione è sicuramente uno degli aspetti cruciali per prendersi cura del nostro corpo.

Un nuovo studio, pubblicato sulla European Journal of Preventive Cardiology, ha seguito quasi mezzo milione di abitanti dello UK per determinare gli effetti positivi di assumere caffé. A quanto pare tra i benefici di bere caffé possiamo aggiungere quelli di aiutare il cuore a restare in salute.

Leggi anche: Caffè: appena scoperto nuovo effetto inaspettato sul tuo cervello

La ricerca è stata condotta fornendo un questionario a più di 400 mila persone con un’età media di 58 anni, di cui il 55% erano donne. Il questionario indagava quante tazze di caffe venissero consumate ogni giorno, creando 5 gruppi di riferimento:

  • nessuna tazza di caffé
  • una tazza di caffé
  • due-tre tazze di caffè
  • tre-quattro tazze di caffé
  • da cinque in poi

Dopo aver raccolto questi dati, sono stati associati a diversi parametri tra cui età, etnia, incidenza di diabete, abitudine al fumo ecc. Le stesse persone sono state poi analizzate a distanza di 12 anni per determinare lo sviluppo o il peggioramento di malattie cardiache.

I risultati parlano chiaro:  rispetto a chi si astiene dal caffè, chi lo beve ha una riduzione significativa nello sviluppo di malattie cardiache.

Del campione analizzato – più di 400 mila persone – solo il 9% ha sviluppato malattie cardiache. Non solo, consumando due-tre tazze di caffè macinato al giorno si raggiungono risultati straordinari: si riduce del 20% la possibilità di sviluppare malattie cardiovascolari e del 27% di morire prematuramente. Il caffè è davvero una bevanda miracolosa, che vi aiuterà anche se usate caffè istantaneo o decaffeinato.

Anche se lo studio ha indagato le proprietà benefiche del caffè, la caffeina – sorprendentemente – non è la principale responsabile di questi risultati straordinari. Infatti, tra le tipologie di caffè usato era presente, appunto, anche il decaffeinato, che, anche se presenta risultati meno netti del macinato, ha comunque un impatto decisamente positivo. Resta, allora, una domanda: perché il caffè è salutare?

Gli autori di questa ricerca sostengono che sia perché all’interno di una tazza di caffè sono in realtà presenti più di 100 componenti bio-attive. Stando alle parole del Professore Peter Kistler – leader nella ricerca sull’aritmia cardiaca dall’istituo Baker Heart and Diabetes Research:

è verosimile che i composti non-caffeinati siano responsabili delle relazioni positive osservate fra l’assunzione di caffè, le malattie cardiovascolari e la sopravvivenza. I nostri risultati indicano che bere quantità moderate di caffè di tutti i tipi non dovrebbe essere scoraggiato e anzi può essere apprezzato come un’abitudine che favorisce la salute del cuore.

Per cui, bevendo quantità dalle due alle tre tazze di caffè al giorno darai una grande mano al tuo cuore per mantenerlo sano ed efficiente per tutta la vita.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando in Letterature e Culture Comparate all'Università dell'Orientale di Napoli. Si occupa di letteratura, sport, cucina e ambiente, collaborando anche con una nota rivista letteraria partenopea.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook