Ritirato vitello tonnato per rischio Listeria

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un lotto di vitello tonnato commercializzato col marchio Gi-Gastronomia Italiana potrebbe essere contaminato dal batterio Listeria

Come conservare al meglio le fragole

Attenzione al vitello tonnato commercializzato col marchio Gi-Gastronomia Italiana. Potrebbe essere contaminato dal batterio Listeria. A segnalarlo è stato il Ministero della salute, che ha disposto il richiamo del prodotto.

Tra gli avvisi di sicurezza da parte dei produttori, presenti sul sito del Ministero, è presente anche questo alimento. Si tratta del vitello tonnato di Gi-Gastronomia Italiana, prodotto presso lo stabilimento di via del Commercio Associato 13 , a Bologna.

Secondo quanto si legge nell’avviso del Ministero, il richiamo riguarda il lotto n° 03246171, venduto in vaschette termosaldate da 200 g e con data di scadenza 09-07-2021.

Il prodotto non deve essere consumato per la possibile presenza del batterio Listeria, responsabile della Listeriosi. Quest’ultima è una delle più gravi malattie di origine alimentare, sotto la sorveglianza dell’Unione Europea, a causa dell’elevata percentuale di casi ospedalizzati e dell’elevato numero di morti. 

I sintomi nella listeriosi invasiva compaiono da 1 a 4 settimane dopo aver consumato alimenti contaminati con L. monocytogenes, ma l’incubazione può durare anche 70 giorni. La lunga incubazione rende molto difficoltoso rintracciare l’alimento sospetto. L’introduzione, in questi ultimi anni, di tecniche di sequenziamento del genoma degli isolati umani ed alimentari di L. monocytogenes stanno rendendo più semplice il collegamento del caso all’alimento sospetto e quindi più immediate le azioni di rintraccio e ritiro degli alimenti contaminati, spiega l’Istituto Superiore di Sanità.

Per leggere l’avviso di sicurezza clicca qui

Fonte di riferimento: ISS, Ministero della salute

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook