Mascherine e green pass: dal 1 maggio cambia tutto (o quasi), ecco le nuove regole

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

SI prevede un nuovo allentamento delle misure di contenimento al Coronavirus a partire dal prossimo 1 maggio: vediamo cosa cambierà dalla settimana prossima

Anche se l’epidemia da Covid-19 non è ancora definitivamente conclusa e il virus circola ancora nella popolazione, i numeri relativi ai nuovi positivi, ai ricoveri in terapia intensiva e ai decessi provocati dalla malattia sono certamente diminuiti rispetto allo scorso anno. Questo permette un ulteriore allentamento delle misure restrittive, dopo le prime aperture che hanno caratterizzato il mese di aprile.

Se, da una parte, i dispositivi di protezione individuale ci faranno compagnia ancora fino all’estate (almeno nei luoghi chiusi come cinema, teatri e musei, e sui mezzi di trasporto pubblico), potremo dire addio al tanto discusso Green pass, che non andrà più esibito all’ingresso di negozi, bar e ristoranti e non sarà richiesto a bordo dei mezzi pubblici.

Ma vediamo nel dettaglio cosa cambia a partire dal prossimo 1 maggio:

  • l’obbligo di indossare la mascherina resterà in vigore ancora per un po’ su tutto il territorio nazionale: ecco quindi che dovremo portarla per accedere a musei, cinema, teatri, sale congressi, palestre e centri sportivi. Obbligo di indossare la mascherina anche sul luogo di lavoro (sia che si lavori per enti pubblici che per enti privati) fino a nuova disposizione governativa, e a scuola, dove si dovrà indossare il dispositivo di protezione fino alla fine dell’anno scolastico. Tuttavia, in questi luoghi non è più necessario esibire il Green pass al momento dell’ingresso
  • per accedere ai mezzi di trasporto pubblico (treni locali e a lunga percorrenza, autobus, navi e aerei) non sarà più necessario esibire il certificato verde, ma resta ancora l’obbligo di indossare mascherine FFP2
  • l’obbligo vaccinale resta attivo fino al prossimo 15 giugno per tutti i lavoratori over 50 (tranne che per docenti, operatori sanitari e personale delle RSA, per i quali l’obbligo vaccinale resterà in vigore fino al 31 dicembre 2022). Tuttavia, non è più richiesto esibire il certificato vaccinale per accedere al luogo di lavoro

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Governo Italiano

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono una giornalista e una blogger. Collaboro con le testate GreenMe, Ambiente Magazine e The Wise Magazine e mi occupo di natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook