Enel Fast Recharge: l’auto elettrica si ricarica in mezz’ora

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Enel Fast Recharge, la colonnina per ricaricare le auto elettriche in soli 30 minuti diventa realtà. Dalla partnership tra Enel e Renault a favore dello sviluppo della mobilità sostenibile è nato questo nuovo sistema di ricarica per veicoli elettrici a 43kW, presentato oggi a Roma.

Un passo avanti verso la diffusione delle infrastrutture che potrebbero far decollare i veicoli elettrici sul mercato. In collaborazione con Renault, Enel ha così dato vita al nuovo sistema di ricarica stradale, disponibile insieme ad altre due differenti versioni: la Box station, con ricarica a 3 kW, permette di fare il carico di energia nel garage, privato o condominiale di casa propria con tempi che si aggirano attorno alle 8 ore; vi è poi la Pole station, con ricarica fino a 22kW, che è la colonnina installata in strada in luoghi pubblici, in punti strategici per la mobilità opportunamente concordati con le amministrazioni locali e che richiede un tempo di circa 2-3 ore. Infine c’è la velocissima Fast recharge, la nuova infrastruttura a 43 Kw, in grado di ricaricare un veicolo in 30 minuti partendo da zero.

Il primo mezzo sul mercato dotato dell’interfaccia universale per poter utilizzare i diversi sistemi di ricarica, compreso il fast recharge, è la nuova Renault ZOE, la berlina compatta della casa francese che sbarcherà sul mercato in primavera, con un’autonomia di oltre 200 km.

Grazie anche alla collaborazione tra le due società, presso la rete di concessionarie Renault sarà possibile accedere ai contratti Enel Drive per la ricarica domestica di Enel Energia e per il noleggio della box station e la fornitura di energia.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

Come ricaricare le auto elettriche senza fili: 4 tecnologie wireless

Auto elettriche: standard unico di ricarica delle batterie per le Case Automobilistiche tedesche

Auto elettriche: in arrivo 1000 colonnine per la ricarica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook