Eco Up!: Volkswgen presenta l’auto a metano che si alimenta con la paglia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Percorrere 100 km spendendo solo tre euro e limitando le emissioni inquinanti. Ieri Volkswagen ha annunciato il lancio della sua nuova auto, la Eco up!, la versione a metano della up!. L’auto sbarcherà sul mercato già da gennaio 2013.

Bassi consumi ed emissioni ridotte. Il tutto grazie ad un motore 3 cilindri 999 cc da 68 cavalli che con un consumo pari a 2,9 kg di gas metano, produce 79 g/km di CO2, mantenendo prestazioni adeguate ad un uso prevalentemente urbano. Per Volkswagen, la Eco up! è “attualmente l’auto alimentata a gas metano più parca nei consumi. Tra le novità introdotte dalla nuova auto a metano, ci saranno la BlueMotion Technology di serie e il sistema start/stop che su questa tipologia di auto è quasi inedito.

Con un pieno di metano, la nuova eco up!, presentata a Monaco in occasione del Motor Show, può percorrere fino a 380 km, mentre la riserva di benzina garantisce altri 220 km di autonomia. Nel complesso, “a pieno carico” l’auto è in grado di percorrere fino a 600 km. La up! a metano è inoltre disponibile in due versioni, a 3 porte e a 5 porte e in tre allestimenti: take up!, move up! e high up!.

eco up

Un altro vantaggio della new entry della casa di Wolfsburg è la possibilità di utilizzare combustibili ‘alternativi’. Essa infatti, oltre al metano, può essere alimentata anche da altri carburanti come il biometano, prodotto a partire da fonti rinnovabili. Questo tipo di combustibile infatti è prodotto da materie vegetali di scarto, che non entrano in conflitto con prodotti e colture destinati ad un uso alimentare. Ad esempio, la paglia, che già dall’inizio di quest’anno è utilizzata per la produzione di biometano. Solo in Germania, secondo uno studio del Centro tedesco di ricerca sulle biomasse di Lipsia, ogni anno rimangono inutilizzate fino a 13 milioni di tonnellate di paglia che, se utilizzate, potrebbero alimentare 4 milioni di auto a metano.

In questo caso, anche le emissioni di CO2 sono praticamente azzerate, perché le sostanze inquinanti emesse dall’auto alimentata dai biocombustibili sono già state assorbite dalle piante con la fotosintesi, durante la loro crescita. Come dire, annullate ancor prima di essere prodotte.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

Incentivi auto a GPL e metano: esauriti tutti in un giorno

Auto a metano: tutti i modelli in commercio nel 2012

Volkswagen stupisce Shangai a suon di auto elettriche

Immagini: Omniauto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook