tassa pneumatici

Estate 2014: pronti a chiudere la valigia e a partire? Se siete tra la maggior parte degli italiani che in vacanza ci va in auto, non dimenticate di controllare lo "stato di salute" della vostra 4 ruote, pena, nel migliore dei casi, un viaggetto verso il carrozziere piuttosto che verso la spiaggia e costi aggiuntivi che non avevate previsto.

Così, se da un lato la prova costume è fondamentale per la vostra autostima durante la pausa agostana, anche una prova "salva-vita" degli pneumatici non va dimenticata. Mettete sotto il vostro maritino finalmente a casa dall'ufficio e esaminate per filo e per segno la vostra macchina prima di darvi all'esodo estivo, a cominciare proprio dagli pneumatici.

E già, perché secondo quanto affermano Pirelli e Polizia di Stato, la sicurezza sulla strada passa, oltre che per il rispetto del Codice della Strada e la massima efficienza piscofisica del guidatore, anche dal buono stato delle gomme in uso. È per questo che hanno organizzato anche quest'anno "Partenze in sicurezza", con l'obiettivo di prevenire incidenti 365 giorni all'anno e in concomitanza con le partenze estive verso le località di villeggiatura.

Come controllare allora che non ci siano pericoli derivanti dallo stato degli pneumatici? Innanzitutto, ne va controllata la giusta pressione, che è quella prescritta dalla casa costruttrice. Si tratta di un parametro variabile a seconda delle condizioni di carico che di solito è riportato in un'apposita etichetta nella zona della battuta della portiera del guidatore o nello sportello del serbatoio. Il pneumatico deve avere inoltre il battistrada non troppo usurato: sarebbe ideale sostituirlo quando lo spessore dello stesso scende sotto i 2 – 2,5 mm, anche se il Codice della Strada ne prescrive l'obbligo al di sotto di 1,6 mm. In più, non dovreste mai montare sull'auto gomme diverse sui due assi e sui lati.

Pirelli e Polizia di Stato hanno poi stilato i "10 Comandamenti per la Sicurezza Stradale"

1. Controllare periodicamente la pressione dei pneumatici solo dopo che il veicolo è fermo, all'ombra, da almeno qualche ora

2. Controllare lo stato di usura del battistrada

3. Verificare periodicamente l'assetto della propria vettura

4. Controllare periodicamente la bilanciatura degli pneumatici

5. Quando si fora un pneumatico è necessario controllare anche l'interno della copertura

6. Non parcheggiare su chiazze d'olio o solventi

7. Guidare in osservanza degli indici di carico e di velocità

8. In caso di usura disomogenea e sostituzione parziale del treno di gomme, è opportuno montare gli pneumatici nuovi sull'asse posteriore

9. Anche il modo in cui guidate e la velocità che mantenete influiscono sulla durata degli pneumatici

10. Far controllare periodicamente le condizioni generali degli pneumatici

In ogni caso, qualora doveste dar via i vostri pneumatici, ricordatevi i nostri consigli su come riciclarli in modo creativo. E, piuttosto, se riuscite a dire addio alla macchina almeno per l'estate, perché non pensare a una vacanza davvero alternativa in groppa ad una bici? Qui tutto quello che c'è da sapere sul cicloturismo!

Germana Carillo

LEGGI anche:

Pneumatici: arriva la tassa per favorirne il recupero

Pneumatici: 5 idee per riciclarli in modo creativo

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram