Sedili a due piani negli aerei: il progetto che potrebbe rendere ancora più scomodo (e claustrofobico) il tuo viaggio in economy class

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un progetto di design per cabine aree prevede la possibilità di realizzare sedili su due piani: quello in basso permette di allungare del tutto le gambe, quello in alto solo di incrociarle. Ma il vero problema è il senso di "claustrofobia" che potrebbe comportare ai viaggiatori più sensibili lo spazio ridotto e così organizzato

Se siete abituati a volare con le cosiddette compagnie low cost, sicuramente ricorderete la scomodità dei vostri viaggi. I posti, infatti, sono spesso piccoli e stretti e, soprattutto per le persone alte e con le gambe lunghe, è davvero un miraggio stare comodi.

Ebbene le cose potrebbero ulteriormente peggiorare. C’è infatti chi ha inventato dei sedili a due piani per aerei.

Ma partiamo dall’inizio. I progettisti di sedili per aerei da tempo pensano a come ideare delle innovative cabine di classe economica, cercando il più possibile di trovare un equilibrio tra “comodità” e maggior numero di passeggeri da imbarcare.

L’anno scorso uno studente di 21 anni, Alejandro Núñez Vicente, originario della Spagna ma che studia alla TU Delft University nei Paesi Bassi, ha partecipato ad un concorso, il Crystal Cabin Awards. Qui ha presentato il suo progetto che prevede una cabina con sedili multi-livello, fatta di un piano inferiore e di uno superiore a cui si può accedere tramite due scalini.

Ci sono pro e contro della sua idea: tra i pro sicuramente il fatto di poter stare con le gambe stese se si viaggia nei sedili bassi (come potete vedere dalle foto di copertina), tra i contro invece l’impossibilità di alzarsi in piedi per chi si trova al piano superiore e in generale un ulteriore ristringimento dello spazio vitale per i passeggeri, che in questo modo diventano di più.

Il design da lui ideato, sradica l’idea che il vano bagagli debba stare per forza in alto sopra la testa dei passeggeri, nel suo progetto, infatti, sopra ci sono direttamente i passeggeri! I bagagli invece devono essere riposti negli scomparti sotto al sedile.

Come ha dichiarato il giovane studente alla CNN:

La fila inferiore offre il vantaggio che i passeggeri abbiano l’esperienza lounge di un divano allungando le gambe, mentre la fila superiore offre un’esperienza da SUV, rendendo possibile ad esempio incrociare le gambe grazie all’aumento dello spazio per le gambe e dello spazio abitativo generale.

Il design del sedile, poi, offre anche più possibilità di essere reclinato, uno schienale regolabile e un poggiatesta  mobile.

Núñez Vicente è convinto che questo progetto funzionerebbe bene sull’aereo Flying-V, attualmente in fase di sviluppo presso la TU Delft, ma potrebbe essere implementato anche su un Boeing 747, un Airbus A330 o qualsiasi altro aereo di dimensioni medio-grandi. Ritiene inoltre che sia una soluzione buona anche per volare in tempi di pandemia:

Dato che offre più spazio tra i passeggeri e li posiziona a diverse altezze, è più adatto per i voli in tempi di pandemia.

Il brillante studente sta ora lavorando per dare vita al progetto in collaborazione con i docenti della TU Delft, realizzando prototipi testabili (attualmente la ricostruzione del prototipo si trova all’Expo di Amburgo) ed è in trattativa con grandi compagnie aeree e aziende produttrici di sedili. Gli è stato anche concesso un cospicuo investimento che ha permesso al progetto di svilupparsi.

Ma davvero questi sedili potrebbero diventare realtà e a breve, viaggiando in economic class, potremmo trovarci in una cabina multipiano? Non lo sappiamo, del resto anche le opinioni sul fatto che questo tipo di design migliori la situazione di chi viaggia, sono molto contrastanti.

Per le persone alte o dal peso importante ma soprattutto per chi soffre di claustofobia, il viaggio potrebbe diventare un vero incubo.

Diversi utenti su twitter hanno commentato ironicamente la nuova invenzione che, dal punto di vista dei passeggeri, non sembra poi così tanto geniale.

sedili due piani aereo tweet

E anche alcuni utenti su Reddit la pensano allo stesso modo, ipotizzando anche la probabilità che un prototipo del genere non soddisfi gli standard di sicurezza.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: CNN

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook