A Roma bus e metro gratis in autunno (ma i passeggeri preferirebbero pagare anche di più, purché il servizio funzioni)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non mette esattamente contentezza la proposta di Gualtieri di rendere gratuiti i mezzi pubblici di Roma. O meglio: sarebbe una misura che in qualche modo gratificherebbe, ma soltanto a patto che i sevizi funzionino davvero

Come conservare l'avocado

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il fare e se un modello come il Klimaticket in Germania funziona e funzioneranno anche i trasporti gratis in Spagna, non è detto che, mutuata in Italia, una simile strategia abbia successo anche da noi.

Tutto bene per combattere l’inflazione e l’inquinamento, ovvio, ma stiamo parlando di Paesi che, in fatto di mezzi pubblici, stanno un’era geologica avanti a noi. Avete mai preso la metro a Madrid? E un bus a Berlino? Vicino a loro, forse, solo qualche nostra città del Nord, che rimane comunque congestionata e non ancora all’altezza del trasporto urbano e metropolitano di altre città europee.

Ora, Roberto Gualtieri avanza anche lui la sua proposta quale sindaco di Roma Capitale per aiutare le famiglie alle prese con il caro benzina e con il caro vita e incidere sulle emissioni, valutando appunto l’ipotesi di mezzi pubblici gratis.

Nel suo intervento al congresso del partito socialista ha infatti detto:

[…] penso che sia possibile trovare delle risorse per fare quello che sta facendo la Germania di Olaf Scholz e la Spagna di Pedro Sanchez e realizzare un investimento forte per avere la gratuità o quasi gratuità del trasporto pubblico, dei treni, degli autobus durante l’autunno, quando ci saranno le scuole che riaprono, per dare un aiuto concreto ai lavoratori, alle persone con i redditi più bassi, e si dà un contributo concreto alla lotta per il mutamento climatico.

Bene ma non benissimo, Roberto. Perché ci sono dei punti principali che i cittadini romani ti stanno già contestando (i social ne sono pieni):

Preferirei pagare un filo in più ma avere mezzi che passano più spesso

In realtà un sacco di gente entra comunque gratis tutti i giorni, non vedo grandi novità.

Nessuno li prenderebbe comunque perché NON FUNZIONANO!!!! Basta annunci vogliamo servizi!!!!

Quel che vuole emergere dal mondo reale, insomma, è che oggi i cittadini della Capitale utilizzano poco i mezzi pubblici perché funzionano male, anche a causa delle troppe auto in circolazione che rallentano i bus, a causa dei parcheggi selvaggi e delle buche stradali e degli enormi disservizi della metropolitana.

Tre sono le cose fondamentali che chiedono:

  • aumentare la frequenza di tutte le corse
  • apertura della metro oltre le 23.30
  • far pagare un servizio sì ma che sia funzionante

Con il trasporto pubblico gratis sarebbe possibile ridurre il traffico veicolare, migliorare la viabilità, velocizzare bus e tram, e ridurre le emissioni di sostanze inquinanti nell’aria, con vantaggi sotto ogni punto di vista. Ma il servizio va necessariamente adeguato alle esigenze a una così grossa mole di utenti. Ce la facciamo?

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook