Norvegia: perché tutti guidano le auto elettriche, ma il consumo di carburante non è calato? Lo studio che fa riflettere

In Norvegia le auto elettriche hanno raggiunto l’80% delle vendite, ma il consumo di carburante è rimasto sostanzialmente invariato: scopriamo perché

La Norvegia è universalmente riconosciuta come una nazione leader nel campo delle auto elettriche. Le vendite di veicoli ecologici stanno crescendo in modo esponenziale e hanno raggiunto un impressionante 80% di quota di mercato.

Insomma, pare essere un vero e proprio paradiso green. Tuttavia, andando oltre questi dati, ne emergono altri che pongono più di un interrogativo. Nonostante questa massiccia adozione di vetture elettriche, infatti, il consumo di carburante tradizionale sembra essere rimasto sostanzialmente invariato.

Tantissimi veicoli a combustione interna sono ancora in circolazione

Ma com’è possibile che, nonostante il passaggio in massa da veicoli a motore termico a veicoli elettrici, il consumo di diesel e benzina non abbia mostrato alcun segno di declino in Norvegia? Questo perché la Norvegia è una Nazione di paradossi e contrasti.

Da un lato, le vendite di auto elettriche prosperano. Dall’altro anche l’industria del petrolio e della benzina continua a prosperare. Non solo le automobili, ma anche camion, barche, autobus e molti altri veicoli a combustione interna sono ancora in circolazione.

Tuttavia, secondo studio recente condotto da Rystad Energy, c’è una spiegazione a questo enigma. È vero che il consumo di carburante non è diminuito drasticamente dal 2017 fino a metà del 2023. Dal 2018 si è osservato però che i conducenti medi di veicoli elettrici percorrono molti più km rispetto a qualsiasi veicolo a motore termico, viaggiando in media 12.950 km all’anno, un dato superiore persino alle auto diesel, che viaggiano mediamente 12.000 km all’anno.

Inoltre la popolazione è cresciuta notevolmente, con un aumento di 800.000 cittadini sopra i 20 anni dal 2005. Nonostante ciò, la quota di autobus elettrici nella flotta rimane modesta, rappresentando solo il 7,6% del totale. La situazione è ancora peggiore per furgoni e camion, con solo il 2,8% e lo 0,2% rispettivamente che adottano tecnologie a zero emissioni.

Senza le auto elettriche, il consumo di carburante sarebbe schizzato alle stelle

Ed ecco dunque che il mistero arriva a risolversi. Le auto elettriche hanno effettivamente contribuito a ridurre il consumo di carburante, ma la crescita della popolazione e l’uso limitato di veicoli a motore termico in alcuni settori hanno mantenuto stabile il consumo complessivo di carburanti. Senza la diffusione delle auto elettriche ci sarebbe stata una chiara tendenza all’incremento dei consumi di carburante, che invece non si è verificata.

Nel grafico che vi lasciamo qui sotto è possibile osservare come Rystad Energy abbia registrato una significativa diminuzione del consumo di carburante per le auto a partire dal 2017, quando le auto elettriche hanno iniziato a diffondersi, mentre gli “altri veicoli” hanno mostrato una crescita costante.

Carburante Norvegia

@Rystad Energy

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti potrebbe interessare anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze della Comunicazione, dal 2016 si occupa di redazione di testi per siti web e blog aziendali. Dopo una parentesi nella carta stampata, nel 2021 l'incontro con l'editoria online: è amore a prima vista.
Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Facebook