Bonus gomme: a chi spetta e come richiedere l’incentivo di 200 euro per cambiare gli pneumatici

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pneumatici di classe energetica A e B possono limitare i consumi dal 5% al 7%. In Parlamento una proposta per incentivare il cambio

Si profila all’orizzonte un nuovo bonus previsto nel pacchetto di misure del “Dl Energia” che è in discussione in parlamento in questi giorni.

È il cosiddetto “bonus gomme” contenuto nell’emendamento presentato da Lega, Forza Italia e Movimento 5 Stelle che punta ad incentivare gli automobilisti italiani a montare pneumatici di maggiore efficienza energetica.

Si tratta di uno sconto di 200 euro fino al 31 dicembre 2022 destinato a chi monterà un treno di gomme di classe A e B, ovvero le gomme a più bassa resistenza al rotolamento secondo la nuova etichettatura UE entrata in vigore nel maggio dello scorso anno che prevede, come ad esempio quella degli elettrodomestici, una scala che indica l’influenza delle coperture sui consumi dell’auto. Per quanto riguarda le gomme, la scala va dalla A (la più efficiente) alla E (la meno efficiente).

Secondo diversi test, passare da una gomma di classe E a una di categoria A può ridurre fino al 7% i consumi di carburante.

Assogomma, l’associazione dei produttori di pneumatici, ha calcolato che se il parco circolante italiano fosse tutto equipaggiato con pneumatici di coperture di classe A o B gonfiate alla corretta pressione si risparmierebbero 5,2 miliardi di euro e si ridurrebbero le emissioni di CO2 di circa 7 milioni di tonnellate ogni anno.

L’agevolazione, se approvata, sarebbe automatica per i consumatori e non ci sarebbe alcuna domanda di rimborso da presentare. Lo sconto di 200 euro sarebbe infatti applicato direttamente dal gommista, che poi riceverebbe il rimborso della differenza con il prezzo di listino entro 120 giorni dalla data di emissione della fattura o dello scontrino fiscale.

Secondo i proponenti il bonus gomme avrebbe anche un impatto positivo sulla sicurezza, in quanto le gomme più efficienti possono ridurre gli spazi di frenata fino al 30% rispetto a quelle più obsolete di pari misura.

LEGGI ANCHE:

Se ancora non hai montato i pneumatici estivi hai pochi giorni per non rischiare queste sanzioni

10 azioni da mettere in pratica subito per ridurre il consumo di petrolio: i consigli dell’Agenzia Internazionale dell’Energia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureato in Comunicazione all'Università di Siena e giornalista dal 1995, ha un'esperienza pluriennale come redattore automotive. Ha lavorato per riviste, TV e testate online specializzate di diffusione nazionale. Su greenMe.it si occupa di mobilità sostenibile e auto ecologiche

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook