Latte di cocco

Anno dopo anno, sempre più persone scoprono di essere intolleranti al lattosio e sempre più persone decidono di evitare il latte vaccino per motivi ecologici o etici. Qualsiasi sia la tua motivazione, ne hai una in più per bere il latte di cocco: è straordinariamente nutriente e recentemente sono state scoperte nuove proprietà che rendono questa bevanda uno dei migliori sostituti del latte.

Sono diversi i benefici apportati da questa bevanda. Qui ne riassumiamo i 5 principali:

1) Fonte di minerali

È una buona fonte di minerali, scarsi nel latte vaccino e nelle altre bevande che cercano di simulare il latte, in particolare antiossidanti come il selenio e il magnesio, ma anche micronutrienti chiave come potassio, ferro e zinco.

2) Fonte di vitamine

In misura minore, rappresenta una fonte di vitamine C ed E, anch'esse potenti antiossidanti protettivi contro l'azione dei radicali liberi.

3) Grassi "buoni"

La metà dei suoi grassi è composta da acido laurico, che nonostante sia un grasso saturo, ha dimostrato di diminuire i livelli di colesterolo LDL (cattivo) in favore del colesterolo HDL (buono), e di avere una forte azione antibatterica e antivirale (qui lo studio).

LEGGI anche: Sana alimentazione: ecco i 9 grassi che fanno bene

4) Aumenta il senso di sazietà

È un ottimo regolatore di sazietà: uno studio ha dimostrato che i particolari grassi del latte di cocco portano a consumare una media di 256 calorie in meno al giorno (fonte). Questo anche grazie anche alle fibre contenute, a differenza del latte vaccino che ne è totalmente privo.

5) Calma il reflusso gastroesofageo

Un bicchiere di latte di cocco è un valido rimedio naturale per calmare i sintomi del reflusso acido.

Dove si trova il latte di cocco?

A questo punto bisogna fare attenzione a non confondere il latte con l'acqua di cocco, essendo due bevande totalmente diverse dal punto di vista nutrizionale: il primo non è altro che la polpa del cocco in forma liquida, la seconda è l'acqua contenuta al suo interno, la stessa del famoso "cocco da bere" di colore verde.

Il latte di cocco si trova nei negozi di alimenti naturali in lattina o cartone, a volte miscelato con altri latti vegetali (solitamente riso-cocco). Per il latte di cocco puro, il prezzo può essere un ostacolo, ma la buona notizia è che si può preparare facilmente a casa frullando la polpa del cocco oppure a partire dal cocco grattugiato (si compra in buste di plastica al supermercato), mettendolo a bagno in acqua calda per poi filtrarlo.

Come utilizzare il latte di cocco: qualche consiglio

È possibile utilizzare il latte di cocco in vari modi. È ottimo da aggiungere ai frullati di frutta e verdura fresche, rendendoli ancora più saporiti e particolari.

Si sposa perfettamente al caffè (ed essendo dolce, si può evitare così di aggiungere lo zucchero, per chi non riesce a farne a meno), oppure si può gustarlo semplicemente come bevanda a sé stante. In quest'ultimo caso però, è consigliato moderare la quantità a chi vuole perdere peso, essendo comunque ricco di grassi e contando circa 250 calorie per bicchiere.

Se invece vuoi avventurarti in ricette esotiche, ricorda che il latte di cocco è un ingrediente fondamentale di importanti cucine come quella thailandese e di altri Paesi africani e del sud-est asiatico .

È possibile inoltre utilizzare il latte di cocco nella cosmesi fai-da-te al posto di yogurt e latte vaccino per le versioni "vegan" delle varie creme o preparazioni cosmetiche autoprodotte.

Alessandro Gandini

Consulente di Naturopatia Scientifica

LEGGI anche:

Cosmetici naturali fai-da-te: 10 ricette con il latte di cocco

Acqua di cocco: 10 benefici per la salute

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram