Lattuga infetta da E-coli, allarme negli Usa: i sintomi e cosa fare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lattuga infetta “killer”, contaminata da Echerichia Coli. È allarme intossicazione alimentare negli Stati Uniti. 5 persone sono già morte e quasi 200, in 35 diversi stati Americani, si sono ammalate

Si tratta del peggior focolaio di E. coli negli USA dal 2006, quando le infezioni causate da spinaci contaminati uccisero tre persone e ne fecero ammalare più di 270.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention americani, questo ceppo infettivo di E. coli produce una tossina chiamata “Shiga”, che può danneggiare gli organi e causare una grave forma di insufficienza renale chiamata sindrome emolitica uremica. Questo danno renale può portare alla morte.

L’avvelenamento alimentare è legato alla lattuga coltivata nella regione di Yuma, in Arizona, che rifornisce tutti gli Stati Uniti di questi ortaggi nei mesi invernali”, dicono le autorità e la Food and Drug Administration sta lavorando per identificare più canali di distribuzione che possano spiegare tutti i casi a livello nazionale, dal momento che, a causa della durata della conservazione pari a 21 giorni, non si può esser certi che i prodotti provenienti da quell’area non siano più presenti nella catena di approvvigionamento.

Lattuga infetta, cosa fare

Intanto si raccomanda di “non mangiare o comprare lattuga romana a meno che non si possa confermare che non provenga dalla regione di Yuma, in Arizona. I ristoranti e i rivenditori non dovrebbero servire o vendere lattuga romana dalla regione di Yuma, in Arizona”.

Se si contrae E. coli produttrice di tossine Shiga, i sintomi si presentano in media da tre a quattro giorni dopo aver ingerito il germe.

Lattuga infetta, i sintomi

La maggior parte delle persone ha diarrea (spesso con sangue), forti crampi allo stomaco e vomito. Per la maggioranza si guarisce entro una settimana, ma ci possono essere casi più gravi.

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook