Trovato benzene cancerogeno in alcuni shampoo a secco: la lista dei prodotti segnalati da un laboratorio Usa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il laboratorio indipendente americano Valisure ha condotto un test su diversi shampoo a secco, individuando nel 70% dei prodotti analizzati alti livelli di un noto cancerogeno, il benzene. A seguito dei risultati è stata chiesta un’azione immediata dell’FDA

Libera Terra

Vi abbiamo parlato già due volte delle analisi compiute da Valisure, laboratorio indipendente degli Stati Uniti, su creme solari e deodoranti. In entrambi i casi, gli esperti avevano trovato in molti prodotti tracce di benzene, una sostanza cancerogena. Leggi anche:

Questa volta il test è stato condotto sugli shampoo a secco, e più nello specifico su 148 lotti unici di 34 marchi diversi, analizzati utilizzando la tecnologia GC-MS standard del settore.

Come scrive Valisure:

È stata osservata una significativa variabilità da lotto a lotto, anche all’interno di un singolo marchio. C’era anche una variabilità significativa tra i successivi spruzzi di alcune bottiglie, suggerendo miscele di prodotti incoerenti in alcuni campioni.

I risultati

Purtroppo, anche stavolta sono state trovate tracce di benzene, addirittura nel 70% dei prodotti testati:

3 lotti di prodotti per shampoo a secco di 1 marca contenevano spray con oltre 100 ppm di benzene; 11 lotti di 3 marchi contenevano spray con benzene rilevabile oltre 20 ppm; 18 lotti di 10 marche hanno mostrato livelli compresi tra 2 e 20 ppm; e 71 lotti di 20 marche contenevano benzene quantificabile tra 0,18 e 2,0 ppm. Il benzene non è stato rilevato o è stato al di sotto del limite di quantificazione in altri 45 lotti di shampoo secchi di 23 marche diverse.

Il problema è anche l’aria contaminata da questi prodotti, che espone a potenziali rischi di inalare benzene mentre si utilizza lo shampoo secco.

Alcuni campioni di aria contaminata con benzene, dopo aver spruzzato il prodotto, ne contenevano ben più di 2 parti per milione (ppm), il limite stabilito dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense, a cui ora il laboratorio chiede di intervenire immediatamente per ritirare i lotti di shampoo secco contaminati.

Inoltre, Valisure spiega che il benzene trovato potrebbe essere addirittura sottostimato:

Le analisi passate di Valisure sui prodotti di consumo e il suo nuovo studio sullo shampoo secco sono stati condotti con sistemi standard di gas cromatografia-spettrometria di massa o “GC-MS”. In questo processo, un campione del prodotto da testare deve essere trasferito manualmente in una fiala e preparato prima di essere analizzato. Sebbene sia una pratica standard in tutto il settore, la preparazione del campione lascia la possibilità che una parte del benzene sfugga al rilevamento, specialmente quando si tenta di campionare un prodotto aerosol gassoso. Pertanto, è possibile sottostimare la quantità di contaminazione quando si utilizzano sistemi GC-MS che richiedono la preparazione del campione.

Perché preoccupa tanto il benzene?

Come ricorda Valisure:

Il benzene è noto per causare il cancro negli esseri umani, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, l’Agenzia per la protezione ambientale (EPA), l’Organizzazione mondiale della sanità e altre agenzie di regolamentazione.

L’elenco degli shampoo secco che contengono benzene

Nelle seguenti infografiche potete vedere l’elenco degli shampoo a secco (e relativi lotti) che sono risultati contenere benzene.

Tra questi notiamo anche alcuni prodotti dei marchi Klorane, Garnier Fructis, Kerastase, L’Oreal e Wella, ma si tratta di lotti presenti sul mercato statunitense che difficilmente possono corrispondere a quelli venuti anche nel nostro Paese.

shampoo secco benzene

shampoo secco benzene

shampoo secco benzene

shampoo secco benzene

shampoo secco benzene

shampoo secco benzene

©Valisure

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Valisure 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook