Gomme per cancellare: queste sono le migliori da acquistare in cartoleria, secondo il nuovo test di Altroconsumo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Altroconsumo promuove tutte le gomme per cancellare bianche ma invita ad evitare quelle colorate che possono contenere sostanze pericolose

La scuola è iniziata e negli astucci dei nostri figli non può mancare la gomma per cancellare, un piccolo ma indispensabile strumento sia per chi disegna sia per i più piccoli che magari stanno imparando a scrivere o fare i conti con l’aiuto della matita. Ma quali sono le gomme migliori in commercio? L’ha svelato il nuovo test di Altroconsumo.

L’indagine ha confrontato 15 gomme bianche per cancellare, le più diffuse sul mercato, e 12 gomme colorate e profumate, acquistate sia nei negozi che online. 

Le gomme colorate sono state analizzate in laboratorio per vedere se nella loro composizione vi fossero sostanze controverse, più nello specifico sono state testate per oltre 100 sostanze chimiche proibite dalla normativa sui giocattoli in cui però, sottolinea Altroconsumo, le gomme non sono incluse.

Quelle bianche sono state valutate invece da una giuria di 253 consumatori che le hanno messe alla prova in maniera imparziale (dato che la marca era stata resa irriconoscibile), tenendo conto di diverse caratteristiche ed esprimendo alla fine un giudizio complessivo.

Gli esperti della rivista hanno infine valutato l’etichetta e l’imballaggio delle gomme, tenendo anche conto della sostenibilità ambientale.

I risultati

Tutte le gomme bianche, anche se con delle differenze, escono bene dal test e non presentano alcun rischio chimico.

Come si legge sulla rivista:

sono in materiale sintetico e non contengono lattice (presente invece nelle gomme naturali prodotte dalla lavorazione chimica del lattice estratto dall’albero). Non contengono né coloranti né profumi né conservanti, che possono comportare rischi per la salute.

Per quanto riguarda invece le valutazioni, la giuria di consumatori ha mostrato un gradimento maggiore per le gomme morbide al tatto, maneggevoli da usare, abbastanza flessibili e che non lasciano troppi residui, valutando male invece quelle troppo dure, scivolose o dalla consistenza farinosa.

Tra le migliori vi sono anche le gomme più economiche, il che dimostra ancora una volta che per avere un prodotto di qualità non sempre è necessario spendere di più. 

Il miglior acquisto è la gomma bianca Carrefour che costa 0.99 euro (due pezzi). La migliore gomma del test è invece la bianca in vinile Pigna.

gomme bianche test altroconsumo

@Altroconsumo

Le gomme colorate

Diverso il discorso invece per le gomme colorate e profumate, che la rivista sconsiglia in generale anche se è stata in particolare una a destare l’attenzione in quanto contiene sostanze potenzialmente pericolose e vietate dalla normativa sui giocattoli.

Si tratta della Fishawk – Gomme per matite di frutta, fatta di PVC (possibile cancerogeno) e che è risultata contenere quantità elevate di uno ftalato (DEHP), interferente endocrino vietato nei giocattoli. Come dicevamo prima, però, tutto è a norma di legge in quanto la gomma è un oggetto di cancelleria e non un giocattolo. È evidente però che in questi casi la normativa andrebbe rivista.

gomma colorata peggiore test

@Altroconsumo

Le altre gomme colorate e/o profumate non contengono sostanze pericolose o le contengono in tracce irrilevanti. Considerato che questo era un campione e il mercato è molto più vasto ed è possibile incappare in situazioni simili, Altroconsumo sconsiglia comunque le gomme di questo tipo.

C’è anche un altro aspetto controverso delle gomme colorate e profumate da considerare: assomigliano un po’ troppo ad un alimento e i bambini più piccoli potrebbero essere tentati di metterle in bocca con tutti i rischi del caso.

gomme colorate test altroncosumo

@Altroconsumo

Le etichette

Tante etichette non forniscono informazioni dettagliate, si trovano i contatti del produttore e il paese di origine ma non ad esempio l’indicazione d’uso, il materiale con cui sono fatte le gomme e le dimensioni, il che permetterebbe al consumatore di confrontare meglio i prodotti in commercio.

Nessun produttore indica poi dove smaltire correttamente la gomma e i suoi residui. La maggior parte dei consumatori che hanno testato le gomme bianche, però, lo sapevano già: vanno gettate nell’indifferenziata. 

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Altroconsumo

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook