Fase 2: riaprono i negozi di biciclette e i servizi di toelettatura per animali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dal restauro al noleggio di automezzi, ai servizi di pulizia per animali, ecco tutte le riaperture valide da oggi 6 maggio

Da oggi 6 maggio, saracinesche alzate per alcuni negozi. A stabilirlo il decreto firmato dal ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, che integra il Dpcm del 26 aprile e che ha ottenuto il via libera della Corte dei Conti e sarà pubblicato a breve nella Gazzetta Ufficiale. Ecco allora quali attività riapriranno.

Proseguono le riaperture durante la Fase 2 dell’emergenza coronavirus, questa volta ad alzare le saracinesche sono i negozi di biciclette e natanti, gli esercizi di noleggio di autocarri, veicoli pesanti, macchinari e attrezzature, ma anche quelli di conservazione e restauro di opere d’arte e i servizi di toelettatura degli animali da compagnia.

Buone notizie, dunque, per gli amanti delle due ruote, soprattutto in quelle città dove gli amministratori regionali avevano promesso una Fase 2 più sostenibile. Ricordiamo che pedale è permesso sia per andare a lavoro che per fare attività fisica (salvo ordinanze comunali). Ciò è stato fatto soprattutto per evitare assembramenti sui mezzi pubblici. I negozi che riapriranno potranno vendere monopattini, segway biciclette o bici con la pedala assistita. Con la buona notizia che il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha annunciato che è in dirittura d’arrivo il ‘bonus di un massimo di 500 euro per l’acquisto di biciclette, monopattini per città con più di 50mila abitanti’. Per i nostri amici a quattro zampe, riaprono i servizi di toelettatura. Al via libera anche gli interventi di restauro, non solo quelli legati alle opere d’arte, ma ad ogni sito di interesse culturale.

Ricordiamo che anche durante la cosiddetta Fase 2 è necessario compilare l’autocertificazione in caso di spostamenti. Si può scaricare il nuovo modello da portare con sé ogni volta che si esce ma lo stesso è anche a disposizione delle forze dell’ordine incaricate dei controlli. QUI trovate il nuovo modello di autocertificazione valido dal 4 maggio.

Fonte: Ministero Sviluppo Economico

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook