Aiutiamo la piccola Beatrice, ammessa a scuola solo per poche ore perché nessuno può darle da mangiare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quasi 3 anni, una sindrome genetica rara e un ritardo psicomotorio. Quest’anno Beatrice ha iniziato la scuola dell’infanzia, ma pur avendo 2 insegnanti di sostegno e 1 educatore può stare a scuola solo 3 ore al giorno

Solo 3 ore anziché 7, perché non ci sono persone che possano farla mangiare e cambiarle il pannolino nel pomeriggio. Così Beatrice, una bambina di quasi 3 anni con una sindrome genetica rara e un ritardo psicomotorio importante, è costretta a non stare a scuola per il tempo che le sarebbe concesso.

Il motivo? Beatrice è una bimba che ha solo bisogno di essere imboccata, ma nessuno lo fa obbligando la bambina a tornare a casa alle 12.

Per questo motivo le sue due mamme affidatarie hanno avviato una petizione, perché Beatrice non avrebbe alcun problema a frequentare il tempo pieno, non ha problematiche fisiche che le impediscono che ciò avvenga eppure frequenta ad oggi solo 3 ore su 7 che potrebbe frequentare.

Beatrice quest’anno ha iniziato la scuola dell’infanzia, sarebbe dovuta essere un’esperienza nuova e ricca di stimoli per la piccola, avrebbe potuto socializzare con altri bambini e imparare tante cose nuove. Con grande delusione non è così, si legge nella petizione

Beatrice, nonostante abbia 2 insegnanti di sostegno e 1 educatore non viene ammessa a scuola per più ore perché nessuno le può dare mangiare e nessuno le può cambiare il pannolino nel pomeriggio.

Questa è la scuola della vergogna!

Stanno togliendo i diritti fondamentali di mia figlia e io non lo posso concepire. Io non mi fermo a queste risposte vuote e prive di umanità e dignità per Beatrice. Mia figlia ha il diritto di andare a scuola e di stare con gli altri bambini!

Per non parlare del fatto che questa presa di posizione discriminante della scuola nei confronti della mia bambina implica che io debba lasciare il mio lavoro per dedicarle il tempo che l’istituzione scolastica ha deciso di non darle.

Per ora abbiamo firmato in più di 50mila, firmate anche voi qui!

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Change.org

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook