Nuova eccezionale scoperta in Egitto: trovata coppia di sfingi nell’antico tempio di Amenhotep III a Luxor

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A Luxor Egitto è stata scoperta una coppia di sfingi quasi intatte nell’antico tempio egizio di Amenhotep III

Ecco il carrello smart per la spesa

Stavano restaurando l’antico tempio egizio di Amenhotep III a Luxor i ricercatori guidati dall’archeologo Dr. Horig Sorosian, quando si sono imbattuti in una straordinaria scoperta. Una coppia di sfingi in pietra calcarea, che misurano circa 8 metri, che potrebbero raffigurare l’antico sovrano Amenhotep III, il cui regno durò dal 1390 al 1353 a.C. nella XVIII dinastia, con copricapo a forma di mangusta, barba e collana. Sul petto della sfinge è stato anche rinvenuto “l’amato dio Amon-RA”.

Ma gli archeologi, come riporta il Ministero del Turismo e delle Antichità egiziano, hanno anche scoperto 3 statue praticamente intatte della dea Sekhmet, divinità con testa di leonessa e corpo di donna, e alcune iscrizioni su un muro di arenaria con scene dedicate al giubileo reale, chiamato heb-sed, – antica festa egiziana che riconosceva – e rinnovava – il diritto del re di governare -.

Veniva celebrata al trentesimo anno di regno del faraone, sebbene la maggior parte di loro morisse prima, e Amenhotep III fu uno dei pochi a celebrarla in modo, a quanto pare, molto elaborato.

Il dott. Horig Sorosian, capo della missione, ha sottolineato l’importanza di questa scoperta, poiché il ritrovamento delle due enormi statue a forma di Sfinge confermano la posizione dell’inizio della strada della processione, luogo di cerimonie e importanti feste.

Questi pezzi sono stati spostati dai luoghi in cui sono stati scoperti all’interno del tempio per il restauro e la reinstallazione, dove apparivano i colori originali di molti di essi, in preparazione per ricollocarli nelle loro posizioni originali nel tempio. I vari pezzi sono stati momentaneamente spostati per poter essere adeguatamente restaurati, a lavoro concluso verranno ricollocati nelle posizioni originarie.

FONTI: Ministry of Tourism and Antiquities/artnews

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook