Conan, auguri al ragazzo del futuro di Hayao Miyazaki che oggi compie 44 anni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il 4 aprile 1978 venne trasmessa nel Sol levante la prima puntata dell'anime Conan il ragazzo del futuro, capolavoro del maestro Miyazaki che comparve in Italia tre anni dopo. Il cartone inspirato al futuro è stata la produzione che ha lanciato Hayao Miyazaki nella regia

Il primo episodio dell’anime giapponese Conan il ragazzo del futuro spegne oggi 44 candeline, quando nel lontano 4 aprile 1978 l’emittente nipponica Nhk trasmise il primo episodio nel paese.

In Italia abbiamo dovuto aspettare tre anni, e ci è andata bene rispetto ad altri Paesi, per vedere il cartone ideato e diretto dal maestro Hayao Miyazaki che ci fa riflettere su come potrebbe apparire il futuro agli occhi di diverse generazioni.

La serie anime è considerata un vero capolavoro ambientato in un’epoca non poi così lontana da noi, post apocalittica.

Sono gli anni 2028-2030 e lo scenario che viene presentato è da subito molto complesso e ricchissimo di tematiche: la conclusione della Terza guerra mondiale, il progresso scientifico che ha sfruttato ogni forma di energia sulla Terra, in primis l’energia solare, fino al completo esaurimento, uno Stato – Indastria – che schiavizza e sfrutta gli esseri umani fino all’impossibile e la catastrofe che annienta quasi ogni forma di vita.

In questo mondo che ha visto ancora una volta la grande guerra, che ha vissuto il disastro ecologico ed ha sperimentato sulla sua pelle a cosa portasse il potere, vi è però Conan, un bambino nato dopo la distruzione, che vive nella natura, così come Lana, una ragazzina scampata alla catastrofe che incontra il protagonista dopo essere scappata dalla nave di Indastria.

Negli ideali di questi due giovani, nella loro bontà e nelle generazione a venire Miyazaki confida per cambiare il mondo e sottrarlo dal declino che lo attende.

Nell’anime si intrecciano infatti tre generazioni: coloro che hanno approfittato delle risorse del Pianeta, pensando unicamente ai loro interessi ed hanno causato il disastro ecologico; quelli che si sono trovati nel mezzo della distruzione di massa ed infine i bambini che sono nati dopo l’apocalisse che possono solo apprendere gli errori del passato dalle altre generazioni. 

I bambini, con il loro coraggio e la loro grinta, sono il futuro e questo Miyazaki lo sa bene con il suo Conan il ragazzo del futuro.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook