Oceani: mai stati così acidi. A rischio anche le barriere coralline

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli oceani non sono mai stati così acidi. A causa degli altissimi livelli di anidrite carbonica, che negli ultimi anni è aumentata in modo evidente, diverse forme di vita marine sono a rischio estinzione.

A rivelarlo è uno studio internazionale, coordinato dal professor Barbel Honisch della Columbia University e pubblicato anche sulla rivista scientifica “Science”, che ha ricostruito, per la prima volta, le dinamiche del processo di acidificazione degli oceani, data dall’anidrite carbonica, nel corso degli ultimi 300 milioni di anni.

Secondo gli scienziati che hanno condotto la ricerca, i livelli di C02 negli oceani non sono mai stati così elevati: stando ai dati infatti, la quantità di anidrite carbonica presente nelle acque oceaniche non ha precedenti nella storia e a quanto pare il fenomeno continuerà ad accentuarsi, con sempre maggiore velocità, nei prossimi anni. Tutto questo porterà a importanti conseguenze per le forme di vita, che – per adattarsi alle nuovi condizioni – potrebbero trasformarsi in modo radicale o, nella peggiore delle ipotesi, addirittura estinguersi.

Sappiamo che la vita durante gli eventi passati di acidificazione degli oceani non è stata spazzata via ha commentato il professor Honischnuove specie si sono evolute per sostituire quelle estinte. Ma se le emissioni di carbonio industriali continueranno al ritmo attuale, potremmo perdere organismi come barriere coralline, ostriche e salmoni.

Per capire meglio cosa sta succedendo nelle acque oceaniche, bisogna fare un balzo indietro nel tempo di 56 milioni di anni, al periodo chiamato Paleocene-Eocene Thermal Maximum (Petm): i ricercatori hanno osservato che in questa era il carbonio è misteriosamente raddoppiato nell’atmosfera nell’arco di “soli” 5.000 anni. Ciò ha provocato un aumento repentino delle temperature medie globali di circa 6 gradi e un drastico mutamento nel panorama ecologico, con la nascita di nuove forme di vita al posto di quelle estinte.

E oggi cosa succede?
Negli ultimi cento anni, la CO2 atmosferica è aumentata di circa il 30% e il Ph oceanico è diminuito di 0,1 unità, con un tasso di acidificazione almeno 10 volte più veloce rispetto a quello di 56 milioni di anni fa!

Uno studio che confermerebbe, dunque, le allarmanti previsioni degli scenziati nei mesi scorsi. Non possiamo rimanere a guardare.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook