©Michele Crosera

Musica per il clima: al Teatro La Fenice di Venezia, simbolo di rinascita, il grande concerto contro la crisi climatica nella città più fragile del mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La crisi climatica sta mettendo a dura prova il nostro futuro e tra le città italiane più colpite dalle devastanti conseguenze di questo fenomeno troviamo Venezia, dove la frequenza delle inondazioni è in aumento negli ultimi anni. Non a caso il capoluogo veneto è stato scelto da Sky (che sarà principale media partner della Conferenza delle Parti sul clima delle Nazioni Unite a Glasgow che si terrà tra qualche settimana) come location per un grande concerto che vuole celebrare la natura, sensibilizzando il pubblico sui temi ambientali. 

“Venice for Change” – è questo il titolo scelto per l’evento musicale – è in programma a novembre al Teatro La Fenice, simbolo di rinascita che proprio quest’anno celebra i 25 anni dall’incendio che lo devastò, nella cornice di una città fragile, bellissima e dal fascino unico come Venezia. Il concerto sarà trasmesso in prima tv assoluta a novembre su Sky Arte e Sky Nature in Italia.

La musica come strumento di sensibilizzazione sui temi ambientali

Il programma musicale del concerto, eseguito dall’orchestra del Teatro La Fenice, prevede l’esecuzione di composizioni che hanno un forte legame con la natura. Una scelta dei brani che va da Wagner a Offenbach e Verdi per celebrare la bellezza della natura. A dirigere l’orchestra del teatro, risalente al XIX secolo e composta da circa 70 elementi, sarà il giovane direttore Michele Gamba, già assistente direttore di Daniel Barenboim a Berlino e di Antonio Pappano alla RON Covent Garden di Londra.

La musica e l’arte sono strumenti potentissimi per veicolare temi di natura sociale e ambientale – commenta il  Sovrintendente e Direttore Artistico del Teatro La Fenice Fortunato Ortombina – Consapevoli di questo, e forti delle esperienze di rinascita che più volte lo Fenice nel corso della sua storia passata e recente ha dovuto vivere, siamo particolarmente felici di poter unire le nostre forze con quelle di Sky per un concerto che ci auguriamo muova gli animi sull’ormai urgentissima questione ambientale.

I brani musicali ispirati alla natura da difendere

Per il concerto “Venice for Change” si prevede un inizio tumultuoso con l’Ouverture del Der fliegende Holldnder di Richard Wagner. Il protagonista sfida la natura e perde: Wagner ci descrive la tempesta che affonda la nave dell’Olandese, trasformandolo in un fantasma costretto a vagare per i mari. Il messaggio è chiaro: la natura va protetta dall’atteggiamento predatorio dell’uomo.

Invece, l’Ouverture op.26 Le Ebridi di Felix Mendelssohn-Bartholdy è un omaggio al paesaggio scozzese e al mondo anglosassone. Con il suo potente moto ondeggiante che suggerisce il mormorio delle onde dentro la grotta di Fingal, il brano è tra gli esempi più celebri del rapporto tra musica e natura. Con Jacques Offenbach e la sua Barcarole veniamo trasportati su una gondola attraverso i canali di Venezia, dove la musica sembra evocare il moto lento delle onde e l’ondeggiare dell’imbarcazione. Il Preludio del I Atto della Traviata di Giuseppe Verdi è un omaggio al Teatro La Fenice, dove l’opera ebbe la sua prima assoluta il 6 marzo del 1853.

Il concerto si concluderà in modo gioioso con la celeberrima Moldava di Bedřich Smetana, un elogio alla bellezza della natura attraverso Io scorrere del fiume, metafora del cammino dell’uomo verso un futuro di speranza.

L’impegno di Sky a favore della tutela del Pianeta

Il concerto “Venice for Change” si inserisce nel solco delle attività di salvaguardia dell’ambiente, che sono da sempre uno dei principali valori del gruppo Sky.

Con la campagna Sky Zero, l’azienda si è impegnata a essere la prima media company europea a raggiungere la neutralità carbonica entro il 2030, riducendo di almeno il 50% le emissioni generate dai propri prodotti, dai propri fornitori e dal proprio business. E non solo. Il gruppo Sky è sceso in campo per tutelare il Pianeta piantando alberi, mangrovie e altre specie vegetali marine per compensare il resto delle emissioni che per il momento non si è in grado di eliminare.

Inoltre, Sky Italia ha siglato un protocollo con il Ministero della Transizione Ecologica in vista dei grandi appuntamenti internazionali sul clima e l’ambiente di cui il nostro Paese sarà protagonista e che si terranno a Milano dalla fine di settembre, ovvero l’evento internazionale dedicato ai giovani ‘Youth4Climate2o21: Driving Ambition” e l’evento preparatorio Pre-COP 26.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Schär

Schär, alla scoperta di un mondo fatto di cereali e qualità

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook