E-Cat: sulla fusione fredda Rossi promette nuove rivelazioni

e-cat cina

E-Cat, Andrea Rossi ci ha ormai abituati alle rivelazioni col contagocce sulla fusione fredda. Ma quando parla, crea sempre curiosità attorno a sé ed alla sua creazione. Le ultime indiscrezioni lanciate da Rossi riguardano proprio i catalizzatori.

Sul Journal of Nuclear Physics, il creatore dell’E-Cat ha parlato ancora delle temperature, spiegando che al momento i 20 reattori che superano i 600° C sono al lavoro per raggiungere 20mila ore di test. Promette inotre che presto, tra poche settimane, verrà pubblicato il rapporto sulla convalida del reattore ad alta temperatura.

Secondo quanto spiega E-Catworld.com, se sono necessarie 20.000 ore di test, con 20 reattori ci vorrebbero circa 42 giorni per raggiungere questo totale cumulativo. Rossi, inoltre, ha annunciato che il rapporto pubblicato sarà una “validazione”. Ormai non dovrebbe mancare molto visto che i test durano da 2 mesi circa. Forse qualche problema potrebbe aver rallentato i lavori?

Secondo quanto riferito dallo stesso ingegnere, è stato necessario risolvere i problemi emersi: “Continueremo i test per almeno un altro mese, oltre il quale intendiamo pubblicare una relazione. In questo preciso momento sto testando, e funziona, funziona”.

E sul Jonp, rispondendo ad alcune domande, annuncia la fine del periodo di prova dei reattori ad alta temperatura entro un mese circa “per ottenere risultati sicuri”. Ma non svela nulla riguardo alla messa a disposizione al pubblico dei risultati. Potrebbero volerci “settimane, mesi, anni”, come ha detto lo stesso Rossi.

Ormai, tutto dovrebbe dipendere dal rilascio delle certificazioni per la sicurezza. Fino ad allora, ogni dubbio è lecito.

Francesca Mancuso

Germinal Bio

Dire addio alla plastica si può: l’esempio da seguire di Germinal Bio

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

tuvali
seguici su Facebook