Un uovo di Pasqua per raccogliere fondi e chiedere pene più severe per chi maltratta gli animali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pasqua si avvicina e se volete acquistare un uovo di cioccolato il cui ricavato vada a favore degli animali potete scegliere quello della Lav che troverete in piazza questo e il prossimo week end.

In tante piazze italiane durante il finesettimana del 30 e 31 marzo e in quello del 6 e 7 aprile sarà possibile acquistare un uovo di cioccolato biologico, vegano ed equo-solidale per aiutare gli animali ad avere maggior diritti.

L’iniziativa è a cura di Lav che contemporaneamente raccoglierà le firme per la petizione che chiede a Governo e istituzioni di rafforzare le pene per chi maltratta gli animali. Concretamente si spinge per migliorare la Legge 189/04 in modo tale da assicurare una giustizia più severa ed efficace a chi compie reati su animali.

lav uova

Purtroppo in Italia sono ancora numerosi i maltrattamenti che vedono come protagonisti cani, gatti, ecc., a tal punto che ogni ora viene aperto un fascicolo che riguarda questo tipo di reato. La legge è vecchia e va senza dubbio migliorata considerando che, in troppi casi, i colpevoli rimangono praticamente impuniti. Ecco allora l’importanza di firmare la petizione, parte della campagna “Chi maltratta paga”, che chiede:

  • pene più severe per chi maltratta animali aggiungendo anche aggravanti, ad esempio se il reato avviene in presenza di minori
  • confisca obbligatoria dell’animale che invece in molti casi rimane incredibilmente ancora nelle mani di chi l’ha maltrattato
  • introdurre il reato di strage di animali


Per trovare la piazza più vicina a casa vostra potete cliccare qui e selezionare la vostra regione di appartenenza sulla cartina. I fondi raccolti saranno utilizzati dalla Lav per prendersi cura degli animali salvati dai maltrattamenti.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook