La tartaruga gigante delle Galapagos non si è estinta! Scoperti almeno 30 discendenti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nel 2012 avevamo detto addio a Lonesome George, una testuggine gigante dell’isola di Pinta nelle Galapagos e gli scienziati avevano annunciato che la sua morte, segnava la fine della specie di Geochelone abingdoni. Adesso però, arriva la buona notizia: tra le tartarughe scoperte in una nuova spedizione ci sarebbe anche una giovane femmina che ha un genoma simile a quello di George.

La spedizione a quanto pare ha dato i suoi buoni frutti. I ricercatori nelle vicinanze del vulcano Wolf hanno trovato 30 tartarughe giganti ibride, con stirpe parziale delle specie Chelonoidis abingdonii e Chelonoidis Niger, entrambe considerate estinte nelle Galapagos.

Delle tartarughe localizzate, 29 tartarughe (11 maschi e 18 femmine) hanno stirpe parziale della specie considerata estinta dell’isola Foreana, ma quella che ha destato maggiore attenzione è una giovane femmina discendente direttamente dal solitario George, la testuggine gigante morta qualche anno fa in circostanze improvvise.

Una femmina che secondo Galapagos conservancy ha un genoma del 16% di Chelonoidis abingdonii e che potrebbe essere la diretta discendente di un individuo puro, che potrebbe ancora abitare in qualche area di questo vulcano nella regione settentrionale dell’isola di Isabela.

La spedizione che fa parte della Giant Tortoise Restoration Initiative (GTRI),un programma della Galapagos Conservancy e della Direzione del Parco nazionale delle Galapagos, è stata promossa proprio per eseguire analisi genetiche sulle tartarughe e stabilire la determinazione della specie, comprese quelle estinte. Il team ha raccolto 50 campioni di sangue e microchippato le tartarughe. Insomma, una storia di speranza per una specie che si credeva estinta con George diventato il simbolo delle Galapagos e della perdita di biodiversità a opera dell’uomo.

Fonti: Galapagos Conservancy Parquegalapagos

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook