Strage di koala, massacrati sui loro alberi dai bulldozer dei taglialegna

Non bastavano gli incendi a massacrare la popolazione di koala australiani, ora ci si mette anche l’uomo!

80 koala sono stati barbaramente uccisi dai bulldozer durante l’abbattimento di una foresta di eucalipti.

koala massacro

koala feriti

E’ successo a Brightwater Cape e ora le autorità dello stato australiano del Victoria, nel sud del paese, stanno indagando per individuare i colpevoli, mentre impiegati del governo e attivisti cercano di salvare il salvabile, occupandosi dei koala miracolosamente sopravvissuti, alcuni feriti, altri fortemente affamati.

 

Il ricercatore della ONG ambientale “Friends of the Earth“, Anthony Amis, è stato avvisato del disboscamento dalla gente del posto, che aveva notato un escavatore intento ad accatastare i koala per formare una pira funeraria che odorava di marcio. Purtroppo Friends of the Earth fa notare che non è la prima volta che succedono cose simili nello stato del Victoria e teme che migliaia di animali siano morti in situazioni simili, anche se nessuno li ha mai segnalati.

massacro koala

massacro koala

Helen Oakley, abitante di Portland, ha postato un video su facebook in cui descrive, disperata, la tragedia in cui si è imbattuta durante un’escursione e ha dichiarato che il suo paese dovrebbe vergognarsi di questo scempio:

“L’Australia dovrebbe vergognarsi, hanno demolito 140 acri di terra e hanno appena ucciso tutti i nostri koala”.

La signora ha riferito ad ABC News di aver trovato 10 koala morti e di aver visto dai 70 agli 80 esemplari vivi intrappolati sugli alberi.

Andrew Pritchard, del Dipartimento dell’ambiente, ha affermato che 25 koala sono stati finora sottoposti a eutanasia e che circa la metà dei koala trovati in loco è stata monitorata.

L’amministratore delegato Ross Hampton ha affermato che coloro che lavorano nel settore forestale sono “sconvolti … da quello che sembra essere un atto insensibile di crudeltà verso gli animali”. Hampton ha anche affermato che non è chiaro chi abbia demolito gli alberi.

Al momento si sa che gli eucalipti sono stati abbattuti da una società chiamata “Midway” e successivamente consegnati a un proprietario locale. Durante l’abbattimento molti koala sono stati travolti e uccisi, sebbene la compagnia respinga le accuse.

Il deputato del Victoria Justice Animal Party, Andy Meddick, ha dichiarato che quanto accaduto è ripugnante:

“È assolutamente ripugnante. Hanno abbattuto questi alberi con i koala ancora su di essi; hanno poi demolito questi alberi in enormi pile che corrono per tutta la lunghezza della proprietà. Stiamo ancora attraversando questi incendi a East Gippsland – abbiamo perso un’enorme quantità di animali”.

Le compagnie di piantagioni sono tenute a richiedere l’autorizzazione in casi simili ai sensi del Wildlife Act, proprio per proteggere eventuali animali, e devono obbligatoriamente valutare i rischi per i koala. In queste circostanze Meddick sospetta che ci siano state delle violazioni della legislazione, tra cui la legge sulla prevenzione della crudeltà verso gli animali. Su facebook ha specificato che si impegnerà a far punire i responsabili:

“La proprietà ora e’ una scena del crimine. Ma  farò in modo che i responsabili siano puniti. Ma non si ferma qui. Abbiamo bisogno di cambiamenti strutturali sul modo in cui vediamo i nostri animali autoctoni, o questa brutalità continuerà ad accadere.”

E pensare che quest’area era considerata una delle più sicure dell’Australia per i koala, che già hanno dovuto fare i conti con i massacri dovuti agli incendi. La scomparsa di questo spazio è quindi una tragedia nella tragedia, e secondo gli attivisti potrebbe avere gravi ripercussioni sul futuro di questa specie in via di estinzione.

Ti potrebbe interessare anche:

Photo Credit: facebook/foe.org/twitter

 

Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Cosmoprof 2020

Scarica la guida sulla clean beauty, il futuro della cosmesi è green

Roma Moto Days

Al Motodays 2020 va in scena la mobilità elettrica

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook