@Herschel Hoffmeyer/Shutterstock

Ritrovati in Patagonia i resti di un gigantesco dinosauro. Potrebbero appartenere al più grande esistito sulla Terra

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Eccezionale scoperta in Patagonia, dove un gruppo di paleontologici ha riportato alla luce il resti di un gigantesco dinosauro. Secondo gli esperti, i fossili rinvenuti nella provincia di Neuque’n, in Argentina, appartengono ad un titanosauro vissuto 98 milioni di anni fa, all’epoca del Cretacico inferiore. E si tratterebbe della più grande creatura preistorica ritrovata sulla Terra.

I dettagli sullo straordinario ritrovamento sono stati riportati in uno studio pubblicato sulla rivista Cretaceous Research dagli esperti del Consejo Nacional de Investigaciones Cienti’ficas y Técnicas (CONICET), che hanno analizzato le ossa del del titanosauro, specie appartenente all’eterogeneo gruppo di dinosauri sauropodi. In totale sono state rinvenute 20 vertebre caudali, 4 posteriori e diverse ossa appendicolari.

“Pensiamo che si tratti di un titanosauro, – spiega il paleontologo Alejandro Otero del CONICET – uno dei più grandi sauropodi, caratterizzato dalle enormi dimensioni, dalle zampe e dalla coda allungata, ma i fossili non sembrano corrispondere con gli altri resti di sauropodi conosciuti, per cui, anche se per ora non abbiamo modo di dimostrarlo, potrebbe anche trattarsi di una nuova specie”.

Gli esemplari più mastodontici di titanosauro, che avevano un peso di oltre 40 tonnellate, sono state scoperte prevalentemente in Patagonia. Tuttavia, senza l’analisi dell’omero o del femore del dinosauro, non è ancora possibile determinare quale fosse il peso preciso della creatura preistorica scoperta nella provincia di Neuque’n,

dinosauri

@Cretaceous Research

“È un enorme dinosauro, ma ci aspettiamo di trovare altri elementi dello scheletro nelle future gite sul campo, quindi avremo la possibilità di dire con più certezza quanto fosse effettivamente grande” chiarisce Alejandro Otero.

Secondo gli esperti, l’animale ritrovato è uno dei più grandi titanosauri, con una massa corporea superiore a quello del Patagotitan mayorum, il sauropode che fino a oggi era considerato il più grande mai ritrovato e i cui resti sono conservati al Museo di Storia Naturale di New York.

Fonte: Cretaceous Research/Twitter

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook