Papillon è ancora in fuga e tutti stiamo tifando per lui

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A due giorni dalla sua ultima evasione, Papillon è ancora libero e in fuga tra i nostri boschi.

L’orso più famoso d’Italia, catturato dopo mesi di ricerche e detenuto dallo scorso aprile in una struttura a Casteller, in provincia di Trento, ha riconquistato la sua libertà rompendo diverse barriere e reti nella notte tra domenica e lunedì.

Non è difficile immaginare quanto stesse soffrendo il povero Papillon , castrato, sedato e rinchiuso in uno spazio troppo piccolo e inadeguato a un animale selvatico delle sue dimensioni, come mostrato dalle immagini riprese dall’alto grazie a un drone.

In seguito alla fuga di M49, Romano Masè, dirigente generale del dipartimento Foreste e Agricoltura della Provincia di Trento e responsabile del Corpo forestale provinciale, ha rassegnato le dimissioni come atto di responsabilità per quanto accaduto.

Probabilmente Papillon non riuscirà a godere ancora a lungo della vita nel suo ambiente naturale. Il Presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, ha infatti ribadito la necessità di catturare di nuovo l’orso e ha addirittura ventilato l’ipotesi di misure più estreme, se la situazione dovesse richiederlo.

“L’ordinanza emanata il 1 luglio 2019 sulla base della legge provinciale 9/2018 – dice il presidente – è ancora valida e prevede la cattura per captivazione dell’orso problematico. A meno che si rendano necessarie misure ulteriori per fatti gravi sopravvenuti”, ha dichiarato Fugatti.

Nel frattempo, in tantissimi tifano per Papillon e chiedono che l’orso sia lasciato libero. Primo tra tutti il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che da sempre si batte per la vita di M49, e che ora chiede libertà per Papillon.

Un appello, quello di Costa, che ha riscosso molto successo e che è stato sottoscritto e ricondiviso da migliaia di utenti in pochissimo tempo.

Ci auguriamo che la richiesta venga ascoltata e che Papillon possa avere la possibilità di godere a lungo della sua libertà, conquistata con fatica e determinazione.

Fonti di riferimento: ANSA/Il Dolomiti

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Quercetti

Questi giocattoli sono riciclabili e organici: stimolano la fantasia e insegnano a rispettare l’ambiente

Schär

Quando il senza glutine incontra il biologico: nasce la linea Schär BIO

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook