Acquario di Genova: nasce il primo cucciolo di lamantino in cattività (FOTO e VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È venuto alla luce non nel suo mare dei tropici ma nella prigione d’acqua dell’Acquario di Genova. Qui è nato il 10 settembre un tenero cucciolo di lamantino. Vivace e curioso, il piccolo ha iniziato ad esplorare il mondo che lo circonda, forse inconsapevole del fatto che sia completamente diverso dal suo habitat naturale.

È la prima volta che in Italia nasce un cucciolo di lamantino in cattività. Un tempo i lamantini venivano cacciati per ricavarne olio o per le carni, ma oggi si tratta di una specie protetta perché a rischio estinzione. Anche se pare che essi non abbiano alcun predatore nel mondo animale, la loro esistenza è sempre più a rischio a causa della pressione umana, che sta modificando sempre di più l’habitat naturale di queste creature, costrette a vivere nelle sole zone paludose costiere.

Una bella notizia? Certo, come quella di ogni nuova vita ma dietro agli annunci di tutela della biodiversità c’è un grande business che ruota attorno alla mercificazione delle creature marine.

Lamantino2

Lamantino3

Lamantino4

Il lamantino è l’ultimo nato dell’acquario. Nella struttura di Genova, da poco sono venuti alla luce (artificiale!) anche un delfino e uno squalo zebra.

Madrina del lamantino è la presidente del WWF Italia Daniela Bianchi, che ha detto:

“Qualcuno si potrebbe ancora domandare perché il presidente del WWF Italia sia qui oggi a celebrare questo momento e questo battesimo. Io riconosco all’Acquario di Genova e a tutto lo staff una straordinaria serietà, un percorso fantastico orientato alla formazione ed alla divulgazione di quella che è la cultura del mare, attraverso una rete che collega l’acquario di Genova a tutto il mondo. Sappiamo tutti quello che sta accadendo ai nostri mari: l’ultimo rapporto pubblicato due settimane fa ci parla della perdita del 50% degli habitat più preziosi, come le praterie di posidonia o le barriere coralline. Attraverso momenti come questo io credo che si possa raggiungere quel risultato di informazione e di educazione, a cominciare dai cittadini più piccoli”.

Ma si può davvero parlare di conservazione o informazione, quando ci sono di mezzo animali costretti a vivere in un ambiente artificiale, che a ben vedere ha poco di diverso da uno zoo?

acquario genova nascite

Siamo sicuri che strutture con finalità di lucro siano davvero la migliore soluzione per salvaguardare la biodiversità? La vita di queste animali è legata al costo di un biglietto?

Francesca Mancuso

Foto: Acquario di Genova

LEGGI anche:

SEA LIFE: ECCO PERCHÉ L’ACQUARIO DI ROMA NON CI PIACE

DELFINARIO DI RIMINI, FINALMENTE CHIUSO DAVVERO GRAZIE AL DECRETO MINISTERIALE

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook