Adelaide è deserta, il canguro fa un giro in città,ma rischia incidente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Simbolo d’eccellenza dell’Australia, questo canguro approfitta del lockdown dato dall’emergenza coronavirus per saltellare indisturbato per le vie di Adelaide. Il filmato però, lascia con il fiato sospeso: il marsupiale attraversa l’incrocio avvicinandosi molto all’unica auto di passaggio e rischiando così di essere investito. Ma per fortuna tutto va per il meglio come mostra la sequenza successiva.

Il video pubblicato dalla polizia del Sud Australia ha scatenato una certa ilarità. L’Australia è la patria dei canguri, ma certamente in condizioni normali, con il super traffico di Adelaide che conta 1,3 milioni di abitanti, vedere un marsupiale zompettare sul marciapiede, sarebbe forse impossibile.

Approfittando dell’isolamento, il canguro fa un giretto in città pensando di essere il padrone assoluto. Ed effettivamente così è fino a un certo punto, quando all’incrocio però spunta un automobile. Per fortuna nessuna collisione perché qualche istante dopo, il simpatico animale continua la sua sfrenata corsa liberatoria.

“Gli agenti della Polizia dell’Australia Meridionale hanno intercettato un sospetto, che indossa una pelliccia grigia e saltella nel centro di Adelaide”, si legge in un ironico tweet.

In questo video si vede il canguro correre da un’altra prospettiva:

Impavido e con una buona dose di intraprendenza, il canguro non vedendo nessuno ne ha approfittato per esplorare l’habitat umano. Ma non è l’unico, da quando è iniziata l’emergenza coronavirus, sono tanti gli animali che hanno invaso le vie cittadine: germani, lepri, capre e delfini sempre più vicini alla costa. Immagini che vengono da tutto il mondo e che se da un lato ci fanno sorridere, dall’altro dovrebbero farci riflettere su come cemento e consumo del suolo abbiano confinato la natura e gli animali.

Il tweet delle forze dell’ordine non ha dato altre informazioni e se il ‘sospettato’ sia stato visto in altre parti della città: rimane chiaro che chiunque lo incontrasse dovrà mantenere la distanza di sicurezza e non di certo per il coronavirus, ma perché si sa i canguri selvatici non sono poi così accomodanti, anche se molto belli!

Fonte: South Australia Police/Twitter

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook