©Shutterstock/Jason Patrick Ross

Miliardi di cicale “zombie” stanno per invadere gli Usa (ma è un bellissimo e raro fenomeno naturale)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Miliardi di cicale potrebbero presto invadere gli Stati Uniti Orientali dopo aver trascorso ben 17 anni sotto terra. Sembra la trama di un film dell’orrore ma è un fenomeno naturale molto atteso e seguito oltreoceano.

Ogni 17 anni infatti una specie di cicala “periodica” (Magicicada septendecim) riemergerà dal terreno in vaste aree degli Usa diffonded0si anche nelle città. Tali insetti caratterizzati da occhi rossi, un corpo nero e affusolato e le ali di colore arancione, vivono a lungo sotto terra e si nutrono dei fluidi dalle radici delle piante per crescere. Poi, per uno strano meccanismo ancora poco conosciuto, ogni 17 anni tornano in superficie in massa.

L’ultimo evento del genere per 15 stati, tra cui New York, Ohio, Illinois e Georgia, si è verificato nel 2004. Di conseguenza, il 2021 è l’anno del loro ritorno. Esse faranno capolino quando le temperature saranno più alte, durante la primavera e probabilmente a metà maggio.

“Possono accumularsi a milioni in parchi, boschi, quartieri e possono apparentemente essere ovunque”, ha detto Gary Parsons, entomologo della Michigan State University. “Quando sono così abbondanti, volano, atterrano e strisciano ovunque, anche occasionalmente sugli umani.”

Parsons sostiene che anche se tali creature non sono pericolose per l’uomo, possono far ammalare gli animali domestici se le mangiano. Si pensa che il lungo sviluppo sotterraneo aiuti le cicale a sopravvivere ai predatori.

Ad accompagnarle sarà un forte rumore

Il loro arrivo è tutt’altro che silenzioso. Muovendosi in massa, esse si faranno sentire eccome. I maschi in particolare emettono richiami di accoppiamento che possono raggiungere i 100 decibel, pari al rumore prodotto da una moto che accelera.

Ma gli esperti rassicurano: se le persone sono in grado di dimenticare il rumore e la sorpresa di un cielo o di città coperte di cicale, potranno apprezzare una rara meraviglia del mondo naturale.

Il ritorno delle cicale è

“una meravigliosa opportunità per milioni di persone di assistere e godere di un fenomeno biologico straordinario nel proprio cortile che non accade in nessun’altra parte del pianeta”, ha detto a Newsweek Michael Raupp, entomologo delll’Università del Maryland.

Un motivo in più per ammirarle: anche se non sono a rischio estinzione, per l’Iucn sono “prossime alla minaccia”.

Fonti di riferimento: The Guardian, Newsweek

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook