Morde una capra e pubblica il video sui social, denunciato un 38enne

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ha morso una capretta e poi ha pubblicato il video sui social forse pensando di creare ilarità tra gli amici virtuali, ma il filmato è stato intercettato dalle forze dell’ordine e adesso l’uomo è stato denunciato per maltrattamento di animali.

Cosa ci fosse da ridere ancora noi non l’abbiamo capito e a quanto pare neanche il popolo dei social che ha segnalato il video in cui R.F, trentottenne disoccupato di Anoia, in provincia di Reggio Calabria, morde con violenza una capretta.

Se non fosse che la notizia arriva direttamente dai carabinieri della Compagnia di Taurianova, potrebbe sembrare una bufala, ma purtroppo non lo è. Nel video, che dovrebbe essere stato rimosso proprio in queste ore, e che comunque avevamo deciso di non pubblicare vista la crudezza delle immagini e per evitare il rischio di emulazione, l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, tiene in mano una capretta che bela dal terrore.

È stato il Movimento animalista ad identificare e segnalare l’uomo. L’animale viene morso da R.F e rimane a mezz’aria sofferente, ma a quanto pare non la capra non era l’unica ad essere maltrattata. Nella stalla, con l’ausilio di personale veterinario dell’Azienda sanitaria di Reggio Calabria e delle guardie Ecozoofile di Cittanova e Reggio Calabria, i carabinieri hanno trovato anche suini, cani e ovini privi di tracciabilità per la mancata identificazione e registrazione. Tutti gli animali sono adesso posti sotto sequestro.

capra morsa

L’uomo, oltre al pagamento delle sanzioni comminate, dovrà quindi rispondere del reato di maltrattamento di animali che prevede una pena dai 3 ai 18 mesi di reclusione e una multa dai 5mila ai 30mila euro.

Altre storie di maltrattamento sugli animali:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook