Cani e batteri: non è vero che farsi leccare fa ammalare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cani, leccate e virus: ogni tanto ritornano alla carica i detrattori del “bacio” da parte di Fido. Il motivo? Le bocche della maggior parte degli animali ospiterebbero una grossa quantità di batteri, virus e lieviti. Ma è davvero così pericoloso?

A sentir parlare Neilanjan Nandi, professore alla Drexel University Medicine di Philadelphia, vi mettereste le mani nei capelli: nella saliva dei cani ci sono sì un mucchio di proteine che disinfettano, per esempio, le loro ferite, ma ci sono anche organismi che l’uomo non sarebbe mai in grado di tollerare o contrastare e che possono causare delle malattie.

LEGGI anche: SE IL CANE TI LECCA RISCHI LA SETTICEMIA? NON È PROPRIO COSÌ!

Alcuni organismi come la Salmonella, l’Escherichia Coli o il Clostridium potrebbero provocare problemi gastrointestinali nella nostra specie. In più, il rischio di infezione secondo gli esperti ci sarebbe soprattutto nel caso in cui la lingua del cane entri a contatto con le nostre mucose, perché il loro muso è spesso a contatto con il suolo, toccano e leccano ogni cosa. In ogni caso, “quando la saliva del cane tocca la pelle dell’uomo intatta e la persona è sana è assai improbabile che si verifichino infezioni”, dice Leni K. Kaplan , veterinario alla Cornell University.

LEGGI anche: SISTEMA IMMUNITARIO: I “BACI” DEI CANI MEGLIO DEI PROBIOTICI?

Nulla a confronto, insomma, di mille cose che tocchiamo o facciamo ogni giorno, come può essere, per esempio, smanettare con il cellulare. “Oltre a dare la colpa a zone della casa più contaminate, come la maniglia della porta del bagno o la spugna che usiamo per lavare i piattispiega Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano e direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi – anche alcune abitudini sessuali dove sono interessate le mucose, come i rapporti orali, possono risultare ben più pericolosi”.

LEGGI anche: SPUGNA PER I PIATTI, L’OGGETTO PIÙ SPORCO NELLE NOSTRE CUCINE?

Nessun rischio, quindi, se vi date ad effusioni con il vostro amico a quattro zampe, anche se rimangono i classici consigli come vaccinare Fido, sverminare i cuccioli e lavarsi le mani dopo aver giocato con il cane.

In poche parole, anche il fior fiore dei ricercatori universitari non ce la fa a convincerci che quell’affettuosissimo gesto da parte del nostro cucciolo potrebbe farci male. Anzi, quel “bacio” sarebbe addirittura un toccasana per le nostre difese immunitarie, oltre ad essere una grande dose di amore incondizionato.

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook