@Youtube/kamchat100

Un incredibile “tornado” di zanzare si è abbattuto sulla Siberia, oscurando persino il sole

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un incredibile ‘tornado’ di zanzare che sembra uscito dalla geniale mente di un regista di film apocalittici si è abbattuto sulla Siberia. Responsabile di questo fenomeno surreale, inutile dirlo, è la crisi climatica causata dall’uomo.

Da lontano sembra una tromba d’aria che ha sollevato dal terreno e attirato nelle sue spire detriti e polvere. Ma a uno sguardo più attento si può osservare che il tornado che si è abbattuto sulla penisola di Kamchatka (Russia orientale), è costituito da milioni di zanzare – così numerose da oscurare il cielo e impedire la visibilità stradale. Foto e video di questo incredibile evento sono state diffuse dai social e sono diventate subito virali.

Uno degli autori dei video ha affermato di essere stato letteralmente travolto da questo vortice di insetti per chilometri mentre guidava la sua auto, e ha parlato di ‘colonne giganti’ che, spinti dal vento forte, si sono disgregate e ricomposte più volte. L’uomo non si è azzardato a muoversi dall’abitacolo, né ad abbassare i finestrini.

(Leggi anche: Siberia, record di incendi: la Russia invia aerei militari per combattere le fiamme)

Il fenomeno, tuttavia, per quanto possa sembrare surreale, rappresenta in realtà una fase del processo riproduttivo delle zanzare, come spiega l’entomologa Lyudmila Lobkova: non c’è nulla di strano, si tratta di insetti maschi che non si riuniscono per cacciare animali a sangue caldo, bensì ronzano attorno a una o più femmine della specie in un rituale di corteggiamento. Bisogna stare attenti, però: se infatti i maschi non pungono, le femmine sì – e questo potrebbe rappresentare un fastidio per gli animali (o gli esseri umani) che si trovano nel vortice di insetti o nelle sue vicinanze.

L’impatto umano sull’ambiente e il riscaldamento globale hanno però un ruolo in questo gigantesco rituale di accoppiamento. Infatti il numero degli insetti che ogni anno si riuniscono varia in base alle condizioni climatiche e alle temperature. Gli incendi che stanno devastando la tundra siberiana nelle ultime settimane, unitamente al caldo record registrato in regione, hanno provocato un aumento nel volume di queste ‘nuvole’ di insetti.

Seguici su TelegramInstagram  |Facebook |TikTok |Youtube

Fonte: KamChat Info

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook