Violentissimo terremoto di magnitudo 8.2 in Perù: crollate strade e un ponte

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un morto e 11 feriti. È questo il bilancio parziale del violentissimo terremoto di magnitudo 8.2 che ieri ha colpito il Perù. La scossa è stata avvertita in tutto il Sud America. Strade e case crollate ma anche ospedali distrutti e centinaia di evacuati.

È ancora presto per capire l’entità dei danni ma si tratta di un enorme disastro. Il terremoto ha avuto luogo ieri alle 9.41 ora italiana (2:41 ora locale) a una profondità di 134 km secondo quanto riportato dall’Ingv.

Il Centro nazionale per le operazioni di emergenza in Perù ha seganalato la morte di un uomo di 48 anni della regione di Cajamarca, nel cuore dell’Amazzonia peruviana. Altre 11 persone risultano ferite ma il numero è destinato ad aumentare.

Centinaia i danni agli edifici con crolli in 5 scuole, in 2 templi e in 4 strutture sanitarie. Crollati anche due ospedali. Tra le città più colpite vi è Yurimaguas. Il sisma è stato avvertito anche a Lima, a Caracas in Venezuela e a Quito, in Ecuador.

Il presidente peruviano Martin Vizcarra si è recato nelle zone più colpite dal terremoto.

“Abbiamo già segnalazioni di feriti, di case colpite, autostrade collassate e anche un ponte che collega Yurimaguas a Tarapoto è crollato”, ha detto Vizcarra. “È un terremoto che colpisce l’intera giungla peruviana. Stiamo coordinando per stabilire un ponte aereo per il trasporto di persone che hanno un’emergenza”, ha detto il presidente.

Le foto e i video del terremoto

Il ministero degli interni del paese ha twittato le foto di case danneggiate nella regione settentrionale dell’Amazzonia, aggiungendo che la polizia è sul posto per proteggere le aree colpite.

Qui altre immagini e video:

Il terremoto più violento degli ultimi 12 anni

Il Perù si trova sul cosiddetto Anello di Fuoco, un arco di linee di faglia che circonda il bacino del Pacifico ed è soggetto a frequenti terremoti ed eruzioni vulcaniche. Il paese sudamericano registra circa 200 terremoti all’anno, la maggior parte dei quali passa inosservato, non quello di ieri purtroppo.

Anche se quello del 26 maggio è stato il sisma più violento ad aver colpito il Perù negli ultimi 12 anni, a gennaio 2018 una scossa di magnitudo 7,1 ha colpito il sud del Perù, uccidendo 2 persone e 65 sono rimaste ferite.

Ad agosto 2007 un altro terremoto con magnitudo pari a quello di ieri di ha colpito una zona non a circa 160 km dalla capitale peruviana di Lima, uccidendo circa 514 persone.

Terremoto in Calabria

Anche se di più lieve entità, oggi alle 9.58 ora italiana una scossa di magnitudo 3.8 ha colpito la Calabria, con epicentro nell’entroterra, a San Pietro di Caridà. La scossa è stata avvertita nettamente in tutta la regione, addirittura fino a Messina. Per fortuna non risultano danni a persone e cose.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto: Twitter

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook