Australia in fiamme: Sydney si sveglia al buio, avvolta nel fumo con l’aria irrespirabile

Sydney oggi si è svegliata sotto una coltre di fumo a causa delle decine di incendi boschivi ormai incontrollabili.

I venti hanno trasportato il fumo da uno dei grandi incendi nella zona della Gospers Mountain, a nord-ovest della città, rendendo l’aria irrespirabile, tanto che le autorità sanitarie hanno invitato le persone che soffrono di asma o altri problemi respiratori a rimanere in casa, evitare l’esercizio fisico all’aperto e consultare un medico se necessario.
I livelli di inquinamento atmosferico sono infatti otto volte superiori a quelli mediamente registrati nella città.

Oggi e giovedì prossimo saranno giorni difficili per il Nuovo Galles del Sud, dove a causa degli incendi e dell’assenza di piogge le temperature potrebbero salire fino a 42°C in alcune aree.

Gli oltre 50 incendi boschivi ancora attivi, di cui 28 incontrollati, stanno minacciando la maggior parte della costa orientale. Tra le zone più a rischio, soggette ad altissimi livelli di pericolo incendio, quelle di Greater Sydney, Greater Hunter, Illawarra/Shoalhaven, Southern Ranges e Central Ranges.
A causa degli incendi, solo nelle ultime due settimane sono già morte sei persone, oltre 500 abitazioni sono andate distrutte e circa un milione di ettari di terreno sono andati persi.

Nella giornata di ieri, gli oltre 1.300 vigili del fuoco impegnati a domare le fiamme a terra, hanno combattuto un fronte di fuoco di circa 6.000 km.

Per cercare di fermare la furia delle fiamme sono stati fatti cadere dall’alto 38mila litri di acqua: quando gli incendi saranno risolti, Sydney e le città limitrofe potrebbero trovarsi ad affrontare una grave carenza idrica, poiché l’acqua nelle dighe è a livelli minimi.

I pompieri stanno lavorando incessantemente anche per prevenire ulteriori perdite di vite umane e la distruzione di altri edifici.

Quest’anno gli incendi in Australia sono particolarmente gravi e intensi a causa dell’eccezionale siccità e dei venti forti che hanno interessato il Paese e gli scienziati concordano sul fatto che le condizioni climatiche estreme degli ultimi mesi sono associate ai cambiamenti climatici.

https://twitter.com/p_hannam/status/1196504154752966657

Purtroppo i già gravi incendi potrebbero addirittura intensificarsi nei prossimi giorni, dunque le autorità hanno raccomandato la cittadinanza a mantenere la massima vigilanza, a non avvicinarsi alle zone soggette agli incendi e a evacuare rapidamente le abitazioni in caso di pericolo, poiché potrebbero non esserci abbastanza vigili del fuoco e mezzi per soccorrere tutti.

Leggi anche:

Tatiana Maselli
Foto cover

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Gewiss

Joinon: le nuove colonnine di ricarica smart che si gestiscono via app

TuVali

+ di 100 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

Izanz

Quanti e quali tipi di zanzare esistono in Italia?

Coop

L’impegno di Coop nell’emergenza coronavirus

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook