Neve artificiale: in Trentino si produce con l’energia solare e senza additivi chimici (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se sulle nostre montagne c’è sempre meno neve, sappiamo che la colpa è dei cambiamenti climatici. Ma se proprio non si riuscisse a fare a meno della romantica coltre bianca tanto amata dagli sciatori? La soluzione ecologica è fornita da una start up di Rovereto, in Trentino che, sfruttando una delle proprietà chimiche dell’acqua, è riuscita a produrre la neve senza additivi chimici, a una temperatura ben al di sopra dello 0. Inquinante? No, perché la macchina che sta dietro a tutto ciò funziona con l’energia termica prodotta grazie al sole.

NeveXN, la start up dell’ingegnere di Trento Francesco Besana nasce con l’idea di dare una risposta alla crescente necessità del mondo dello sci e del turismo di produrre e avere neve anche quando gli attuali sistemi di innevamento tecnico non lo consentono. Un bisogno sempre più frequente visto che le temperature medie sono sempre più alte.

Ma produrre neve artificiale ha dei costi in termini ambientali. Costi che invece NeveXN è riuscita a superare, in primo luogo sfruttando l’alimentazione solare dei suoi dispositivi e poi evitando l’uso degli additivi chimici solitamente usati dai cannoni. Questi ultimi sparano a una pressione elevata l’acqua attraverso ugelli che a loro volta la nebulizzano. Occorrono però circa -3° C prima affinché esse si trasformino in neve.

Ma NexXN si dice pronta a rivoluzionare il mondo dell’innevamento tecnico “grazie a una tecnologia in grado di produrre neve sopra gli 0°C e senza l’utilizzo di additivi chimici. Dopo anni di studi, anche in collaborazione con importanti Istituti di ricerca internazionali, siamo riusciti a creare una tecnologia green per l’innevamento” a queste temperature che sfrutta il punto triplo dell’acqua.

Il risultato migliore è stato raggiunto ad aprile di quest’anno, quando la macchina-prototipo di NeveXN è stata in grado di produrre neve a una temperatura di 15° C in presenza di un’umidità relativa del 90%.

Francesca Mancuso

Foto: Nevexn

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook