Emergenza neve e ghiaccio: Italia in tilt. DOVE nevicherà nelle prossime ore

emergenza neve

Emergenza neve in Toscana. Ieri la regione ha fatto i conti con nevicate abbondanti anche a bassa quota. Circolazione bloccata tra Siena e Grosseto. Oggi in molte città le scuole sono rimaste chiuse.

L’arrivo sul Mediterraneo centrale di una nuova perturbazione di origine nord-atlantica nelle ultime ore ha portato una nuova ondata di maltempo in tutto il Nord Italia con nevicate anche a bassa quota.

La Protezione civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse con nevicate fino a quote di pianura, su Lombardia, Emilia-Romagna ed entroterra ligure. Ma è stata la Toscana la regione più colpita con forti nevicate sulle zone centrali,in particolare sulla provincia di Siena e nelle zone interne delle province di Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Pisa a quote collinari.

Traffico in tilt

Panico e code ieri sulla strada provinciale 223 tra Siena e Grosseto, tra i comuni di Sovicille e Murlo. Come riporta Toscananews, alcune decine di veicoli, automobili e mezzi pesanti, a causa della neve si sono intraversati creando lunghe code in entrambe le direzioni. La Protezione civile regionale ha attivato dieci squadre della Colonna mobile per fornire generi di prima necessità, coperte, cibo, bevande calde. La Provincia ha inviato quattro squadre di volontariato per fornire assistenza agli automobilisti fermi al freddo.

Oggi scuole chiuse

“Resteranno chiusi i plessi scolastici di ogni ordine e grado, e i centri diurni per anziani e disabili del territorio comunale gestiti dalla Società per la Salute Senese: Villa Rubini -Manenti, La Mimosa, Villa le Rose e Santa Petronilla” si legge in una nota del Comune di Siena.

Anche la provincia di Arezzo è in ginocchio. Chiuse le scuole in alcuni centri, tra cui Castelfranco Piandiscò, che in queste ore è stato investito da abbondanti nevicate.

Aperte le scuole di Cavriglia e Figline Incisa dove sono stati garantiti anche i trasporti scolastici.

Strade ghiacciate

Oggi a far paura è il ghiaccio. Molte strade sono ghiacciate nonostante la presenza di spalaneve e di mezzi spargisale. La neve di ieri oggi si è trasformata in pioggia. L’acqua in alcuni casi ha lavato via il sale. In più, il calo delle temperature ha generato il ghiaccio. Per questo, i sindaci invitano i cittadini a limitare al massimo l’uso delle auto.

In arrivo una nuova perturbazione

Non è ancora finita. Tra stasera e domani una nuova perturbazione di origine atlantica, alimentata da correnti meridionali, provocherà un rapido peggioramento, a partire dalla Sardegna e dal Nordovest, dove arriverà la neve anche a bassa quota, con accumuli fino a 10/15 cm su città come Torino e Milano, ma in particolare sulle aree montuose, dove potranno facilmente superare i 20 cm. Sulle Alpi sono attesi accumuli oltre il mezzo metro.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto cover

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

corsi pagamento

seguici su facebook