Iceberg verdi: cosa sono e perché sono importanti per l’ambiente più di quanto immagini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Enormi blocchi di ghiaccio verde galleggiano negli oceani. Non è uno scherzo. Gli iceberg verdi esistono davvero e sono molto importanti per la vita marina.

Sì, è vero. La maggior parte degli iceberg sono bianchi o azzurrognoli, perché sono composti da neve compressa, uno strato sopra l’altro. All’interno contengono anche bolle d’aria che riflettono la luce.

Diverso è il caso dei loro cugini verdi, che suscitano tanta curiosità nel mondo scientifico. Uno studio, pubblicato dal Journal of Geophysical Research, ha rivelato cos’è che dà questa particolare colorazione ai blocchi di ghiaccio e perché tutto ciò gioca un ruolo fondamentale per la vita marina.

Da decenni gli scienziati sospettavano che le impurità dell’acqua marina, il carbonio organico disciolto, le particelle animali e le piante marine microscopiche morte fossero responsabili del colore verde. La spiegazione sembrava avere senso, perché il carbone disciolto è giallo e insieme al blu del ghiaccio puro avrebbe potuto dare il colorito verdastro.

Perché gli iceberg sono verdi

Ciò non ha convinto Stephen Warren, glaciologo dell’Università di Washington, che è andato a fondo alla vicenda trovando un’altra spiegazione. Warren ha iniziato a studiare il fenomeno degli iceberg verdi dopo una spedizione australiana nel 1988 in cui furono prelevati campioni da un blocco di ghiaccio di Amery nell’Antartide orientale.

Insieme ai colleghi, lo scienziato americano ha poi confrontato i campioni con altri caratterizzati dalla colorazione tradizionale. Ha scoperto così che essi non presentavano una concentrazione particolarmente elevata di materiale organico. Anzi. Avevano la stessa quantità di materiale organico dei loro cugini azzurri.

iceberg verdi2

A fornire una spiegazione attendibile sono stati i ricercatori australiani della University of Tasmania secondo i quali gli iceberg verdi contenevano una maggiore concentrazione di ferro. Quest’ultimo è estremamente scarso in mare aperto, ma è anche un nutriente chiave per il fitoplancton ossia l’insieme di piccole piante che galleggiano negli oceani e che sono estremamente importanti per l’alimentazione di milioni di animali marini.

Perché sono importanti per gli oceani

Di fatto gli iceberg verdi sono dei veri e propri postini che trasportano il ferro. Una volta in mare aperto, esso si scioglie nell’oceano e garantisce la sopravvivenza e la riproduzione delle piccole piante. A loro volta, esse sono fondamentali per i piccoli animali che si nutrono di fitoplancton e di conseguenza per quelli pi grandi che li mangiano.

“Se gli esperimenti dimostrano che la nuova teoria è giusta, significa che gli iceberg verdi stanno trasportando ferro prezioso dalla terraferma dell’Antartide al mare aperto quando si staccano, fornendo questo nutriente chiave agli organismi che sostengono quasi tutta la vita marina. È come portare un pacco all’ufficio postale. L’iceberg può rilasciare questo ferro nell’oceano lontano e quindi scioglierlo e consegnarlo al fitoplancton che può utilizzarlo come sostanza nutritiva “, ha detto Warren”.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook