greenpeace_prezzo

Azioni pacifiche sanzionate pesantemente con multe salate o limitazioni della libertà personale. Per richiamare l'attenzione su questo tema e urlare a mondo e istituzioni che chi manifesta per l'ambiente non è un criminale, Greenpeace - che di blitz "colpisce e perisce" - , ha lanciato oggi un video che, attraverso la parodia di una nota pubblicità di carta di credito", invita tutti a difendere il proprio diritto democratico di poter protestare pacificamente.

Tanto più che si tratta di proteste che hanno lasciato il segno e contribuito a cambiare le cose. Non a caso lo spot recita proprio “difendere il pianeta non ha prezzo, per tutto il resto c'è Greenpeace”.

Solo negli ultimi tre anni Greenpeace Italia è stata sanzionata 4 volte. Così se la protesta nelle centrali a carbone durante il G8 nel 2009 è costata a Greenpeace 20.520 euro, l'azione in piazza di spagna a Roma per protestare contro i paesi balenieri ben 9.065 euro. Il blitz contro il campo OGM a Pordenone, invece, ha fatto sborsare la bellezza di 86.250 euro, mentre l'ultima protesta davanti Palazzo Chigi durante la conferenza di Durban è stata sanzionata addirittura con l'esilio del responsabile del Clima Salvatore Barbera, bandito da Roma per due anni.

"Protestare pacificamente contro la distruzione dell’ambiente non è un reato ma un atto di responsabilità civile - dichiara Giuseppe Onufrio, direttore di Greenpeace Italia - Trasformare l'esercizio di un diritto democratico in un crimine è inaccettabile: ci difenderemo nelle sedi competenti

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram