Xylella: scoperti ulivi selvatici super resistenti

In Salento e non solo si continua a lottare per superare il problema della Xylella fastidiosa che sarebbe la causa del disseccamento di centinaia di ulivi. Una nuova speranza arriva dalla ricerca che punta sugli ulivi selvatici.

Una nuova linea di ricerca anti Xylella è incentrata infatti sugli ulivi selvatici per capire come le piante possano convivere con il batterio killer senza lasciarsi attaccare. Gli studi riguarderanno gli olivastri già presenti sul territorio e nuove piante spontanee (non selezionate) nate nei semenzai.

I ricercatori del Cnr di Bari e di Perugia in collaborazione con l’imprenditore agricolo Giovanni Melcarne hanno iniziato a studiare 10 esemplari unici di olivastri asintomatici che si trovano in una zona molto colpita dalla Xylella, negli agri di Presicce, Ugento e Castrignano.

Leggi anche: LA XYLELLA È LA VERA CAUSA DELLA MORTE DEGLI ULIVI DEL SALENTO, PAROLA DELL’EFSA

Tutti gli olivastri sono risultati negativi ai test sulla Xylella mentre gli ulivi circostanti erano stati fortemente colpiti dal batterio. Le ricerche sugli ulivi selvatici servono per rilevare fattori di resistenza, tolleranza o immunità alla Xylella fastidiosa.

Leggi anche: XYLELLA: I SALENTINI DICONO NO ALLA STRAGE DEGLI ULIVI CON PROTESTE E BLOCCHI (VIDEO)

La nuova linea di ricerca sulla Xylella è stata illustrata ieri, 12 dicembre, dalla Coldiretti a Presicce. Approfondendo le ricerche secondo gli esperti si potrebbero salvare proprio quelle varietà rare di ulivi che ora sono a rischio di scomparsa a causa della Xylella.

Leggi anche: XYLELLA: 6 VARIETA’ DI ULIVI RESISTENTI PER SALVARE L’OLIVICOLTURA NEL SALENTO

Sono numerosi gli esemplari di ulivi selvatici presenti in Salento che ovviamente si differenziano dagli ulivi selezionati dagli agricoltori per la coltivazione. Gli ulivi selezionati dagli agricoltori potrebbero essere più vulnerabili alla Xylella rispetto alle varietà autoctone.

Si trova dunque negli ulivi selvatici il segreto per sconfiggere la Xylella?

Marta Albè

Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Coop

Non solo dal contadino, si può scegliere etico anche al supermercato

Coop

Coop pianta più di 6.000 alberi per la campagna M’Illumino di meno 2020

Sorgente Natura

Pasta: come scegliere la migliore (non solo di grano duro)

Sparkasse Green

La banca punta alla sostenibilità ambientale

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook