Gioielli riciclati: anche il fai-da-te ha il suo valore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Acquistare un gioiello, si sa, è un’ottima medicina per l’autostima e per l’umore di noi donne. Farselo da sé, magari utilizzando materiali di scarto e dando sfogo alla propria fantasia e creatività, lo è ancora di più, non solo per la soddisfazione di aver creato da soli il proprio monile, ma anche per l’effetto positivo sull’ambiente.

Anche perché, a volte, può diventare un vero e proprio business. Lo sa bene l’italiana Patrizia Iacino, ideatrice del marchio GlobalcoolO che sta avendo grande fortuna negli States dove i gioielli derivati dal riciclo creativo stanno diventando l’ultima tendenza in fatto di eco-fashion. Da Corigliano alla Grande Mela, contando su fantasia, tenacia e competenza Patrizia è riuscita a tramutare un sogno in realtà. Gli eco-gioielli GlobalcoolO ricavati da tappi delle bottiglie, dai contenitori delle lenti, dai fondi delle bottiglie di plastica, elastici e chi più ne ha più ne metta,- a detta della stessa Iacino – possono andare bene per tutte le età e per le tutte persone che hanno una certa sensibilità verso l’ambiente, il riciclo, e che soprattutto vedono questi lavori come oggetti d’arte.

Su greenMe.it ci siamo occupate diverse volte di gioielli riciclati fai-da-te: abbiamo visto come ricavarli da una vecchia tastiera del computer, dalle lattine in alluminio, dalle carte delle caramelle o dando nuova vita ai componenti elettronici di PC destinati alla discarica. Ma ecco a voi, oltre agli esempi di Patrizia Iacino da cui prender spunto, altri consigli che potrebbero tornarvi utili per realizzare dei monili stravaganti con un po’ di creatività, unita a una buona manualità e una grande dose di pazienza. Se avete queste doti, siamo già a metà dell’opera! Non ci resta che dare qualche dritta per realizzare a casa propria, magari con un sottofondo musicale e in completo relax, i gioielli da sfoggiare per ogni occasione.

Ricordate quei vecchi ciondoli, a forma di cuore o fiore per intenderci, che erano molto di moda alcuni anni fa abbinati a una catenina in oro o argento? Ebbene per renderli nuovamente trendy senza spendere una fortuna possiamo utilizzare, al posto della catenina, dei nastri colorati (raso, coda di topo) che tutti noi abbiamo buttati in qualche cassetto o altrimenti in vendita ad un prezzo irrisorio nelle mercerie. Ovviamente si possono utilizzare dei colori a contrasto (nero-rosso, giallo-blu) per un effetto shock.

idee-nastri

Altra dritta è di realizzare dei ciondoli dalle svariate forme secondo la vostra bravura manuale con la pasta di sale. Ovviamente i nostri monili dopo essere stati modellati, vanno seccati e poi colorati (utilizzando acquarelli o colori atossici) e il gioco è fatto.

pasta_sale

Ultimo consiglio è di realizzare dei girocolli o dei braccialetti con la pastina. Avete capito bene, in questo caso l’ingrediente fondamentale, è proprio il caso di dirlo, è la pasta (stelline o anellini). Per realizzare le collanine serve un filo elastico molto sottile, della pastina, ovviamente colori ad acquerello e santa pazienza.

collana_di_pasta_modi

Il risultato è veramente particolare e di grande effetto, specie d’estate e con l’abbronzatura. Potete realizzare una collana a filo da fermare con un nodo, glam ed ecosostenibile.

Daniela Cocina

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook