Rub-Away, la saponetta in acciao inox che toglie l’odore di aglio, cipolla e pesce dalle mani

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cattivi odori sulle mani. Contro gli olezzi di pesce, cipolla o aglio a volte non c’è rimedio che tenga. Vero è che ottimo è l’utilizzo del limone e che il bicarbonato di sodio è da sempre un valido alleato, ma c’è chi ha pensato che una saponetta di acciaio inossidabile potrebbe essere di grande aiuto.

Proprio così. L’azienda statunitense Amco Houseworks ha messo a punto una saponetta d’acciaio, la “Rub-A-Way”, dall’uso praticamente infinito, che sarebbe in grado di rimuovere gli odori dalle mani e che può essere utilizzata nello stesso modo delle saponette tradizionali.

Perché spendere 8 dollari per un pezzo di metallo, quando si può usare il sapone normale? Beh, alla Amco sono convinti che lavare le mani in maniera classica faccia solo peggiorare l’odore, poiché l’acqua trasforma lo zolfo lasciato sulle mani dall’aglio o delle cipolle in acido solforico, che aumenta l’intensità del cattivo odore. Gli ioni metallici dell’acciaio inossidabile, invece, tirerebbero fuori i composti di zolfo e di azoto e quindi l’odore sgradevole.

sapone acciaio
sapone acciaio 1

Come si usa? Basta immergere la Rub-A-Way in acqua, passarla tra le mani e strofinarla proprio come una saponetta. Gli odori andrebbero via grazie alle strutture molecolari del metallo che sono in grado di eliminare le componenti che generano i cattivi odori presenti in alcuni cibi e di conseguenza tra le dita delle mani.

Se funziona o no non ci è dato saperlo. Per ora c’è chi dice che è utile ma non indispensabile. Noi rimaniamo un po’ perplessi, non fosse altro per i soggetti allergici che molto probabilmente dovrebbero starne alla larga.

Su saponi naturali e fai-da-te leggi anche:

Gli altri, se curiosi, possono acquistare la saponetta di acciaio online. Oppure, dedicarsi a uno dei 10 rimedi naturali per la corretta pulizia delle mani.

Germana Carillo

Fonte foto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook