Creme solari: 12 falsi miti e credenze da sfatare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Creme solari: quante ne sentiamo sul loro conto? Perché prendi quella, non sono tutte uguali? Ma no, uso quelle dell’anno scorso tanto non scadono. Secondo una ricerca fatta dal Medical News Today ci sono almeno 12 falsi miti da sfatare.

Di leggende sulle creme solari ce ne sono tante, prima fra tutte quella che chi ha la pelle scura non deve per forza utilizzarla. Niente di più sbagliato, sappiamo però quanto è difficile sceglierne una che abbia un buon inci, perché molte marche falliscono i test di protezione.

Il 73% delle protezioni solari poi non funziona come dovrebbe, secondo la guida stilata dall’ Environmental Working Group’s (EWG), il gruppo di lavoro ambientale americano che ha testato l’efficacia di oltre 1400 prodotti.

Negli ultimi anni, comunque, il settore dei prodotti solari ha compiuto numerosi passi avanti, soprattutto per quanto riguarda i prodotti bio.

Tuttavia, spesso, si continuano a commettere gli stessi errori, per fugare ogni dubbio, ecco i falsi miti da sfatare.

creme_solari_bio_inci

Creme solari: 12 falsi miti da sfatare

La crema solare non serve sempre

Falso. Ogni volta che il nostro corpo è esposto ai raggi UV, anche se il cielo è nuvoloso, bisogna mettere la protezione.

La protezione non fa assorbire la vitamina D

Falso. Bastano 15-30 minuti di sole al dì per averne la giusta quantità di vitamina D e questa è facilmente raggiungibile perché i filtri perdono presto efficacia.

Tutte le creme solari sono uguali

Falso. Meglio preferire quelle bio ed evitare quelle contengono ingredienti chimici come l’avobenzone.

Chi ha la pelle scura non necessita protezione

Falso. I raggi del sole su chiunque favoriscono l’invecchiamento della pelle, anche su chi ha più melanina.

Le lampade creano abbronzatura protettiva

Falso. In realtà le lampade utilizzano elevate concentrazioni di UVA per scurire rapidamente la pelle, ma proteggono poco dalle scottature causate dagli UVB.

La crema solare non fa abbronzare

Falso. I raggi solari anche con la crema raggiungono in parte il corpo. Un cappello e vestiti lunghi schermano meglio.

La protezione causa problemi di salute a causa dell’oxybenzone

Falso. Studi dimostrano che i livelli di esposizione dannosi sono irraggiungibili usando la protezione tutti i giorni.

Un’applicazione dura tutto il giorno

Falso. Per essere efficace la crema solare deve essere riapplicata ogni 2 o 4 ore perché, a causa della luce, perde efficacia.

La protezione solare è resistente all’acqua

Falso. Nessun prodotto è al 100% impermeabile, bisogna sempre riapplicarla dopo il bagno.

Tutti i nostri consigli sulle creme solari:

La protezione solare non scade mai

Falso. Come tutti gli altri prodotti, le creme solari scadono perdendo efficacia lasciano la pelle scoperta.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook