Le bucce di piselli si possono mangiare? Proprietà e 5 buoni motivi per non buttarle

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Siamo abituati a buttarle, e invece le bucce dei piselli sono un vero e proprio tesoro di benefici per la nostra salute

I piselli sono fra i più importanti protagonisti della stagione primaverile: proprio in queste settimane, infatti, non è raro trovarli freschi ai banchi del mercato ed è bene farne scorta, viste le loro incredibili proprietà nutritive e i benefici che offrono per la nostra salute.

Ricchissimi in fibre, vitamine (soprattutto A, C e K) e sali minerali, sono legumi molto leggeri e digeribili anche perché poco calorici e con un basso contenuto di grassi. Inoltre, aiutano a tenere a bada colesterolo e glicemia nel sangue e sostengono le nostre difese immunitarie grazie alla presenza della clorofilla (che dona loro il colore verde brillante.

Ma anche i baccelli dei piselli sono una preziosa miniera di risorse e benefici e non andrebbero buttati, come invece siamo abituati a fare. Infatti, dal punto di vista botanico, i baccelli rappresentano il frutto vero e proprio della pianta di pisello, mentre i piselli che noi siamo abituati a mangiare non sono altro che i semini della pianta stessa.

Si pensi che nel passato, ad esempio in epoca medievale, i piselli venivano consumati nella loro interezza – semi e baccelli – cosa che accade ancora oggi in alcune tradizioni culinarie, come quella filippina. È buona abitudine, quindi, consumare anche i baccelli di questi legumi – seppur con tempistiche diverse, visto che sono molto più deperibili rispetto ai semi (i piselli).

(Leggi anche: Taccole: le fantastiche proprietà e come cucinarle per esaltarne i benefici)

Proprietà dei baccelli di piselli

  • Sono poco calorici. Una porzione di 100 grammi di bucce di piselli apporta solo 42 calorie, ma l’altro contenuto di fibre si farà sentire presto sazi.
  • Sono un’ottima fonte di vitamine. Come i semi del frutto, anche i baccelli apportano un grande contenuto in termini di vitamine, soprattutto A (importante per la salute della pelle e degli occhi), C (importante per un sistema immunitario sano) e K (che sostiene la crescita e il buon funzionamento delle ossa).
  • Contengono ferro. Come tutti i legumi, anche i baccelli di piselli contribuiscono a soddisfare il nostro fabbisogno quotidiano di questo minerale: si pensi che 100 grammi di bucce di piselli apportano 2 milligrammi di ferro.

Consumare le bucce fa bene!

Tutti dovremmo adottare la sana abitudine di consumare anche i baccelli dei piselli e degli altri legumi e, più in generale, la buccia degli ortaggi come ad esempio zucca o patate. Ecco qualche motivo che vi spingerà a farlo più spesso possibile:

  1. Fare incetta di micronutrienti. Come abbiamo spiegato, le bucce di piselli hanno praticamente le stesse proprietà nutritive dei semi, quindi perché non mangiarle?
  2. Sperimentare in cucina. La consistenza dei baccelli dei piselli è un po’ diversa rispetto ai semi che siamo abituati a mangiare, ma non è detto che non possa piacerci! I baccelli sono molto versatili e possono essere mangiati sia crudi che cotti in una miriade di preparazioni – dai passati di verdura ai risotti ai pesti. L’importante, però, è che si tratti di baccelli molto freschi, che andranno consumati nel più breve tempo possibile: diversamente dai semi, infatti, i baccelli sono più delicati e vanno a male prima.
  3. Ridurre gli sprechi. Se consideriamo che i baccelli rappresentano circa il 70% del peso totale dei piselli quando li acquistiamo al mercato, ci rendiamo conto che stiamo sprecando prodotto e soldi buttandoli nella spazzatura. Nell’ottica di una cucina “sprechi-zero”, meglio consumare tutto ciò che è possibile.
  4. Ridurre i nostri rifiuti. Il problema dei rifiuti non va sottovalutato. Anche gli scarti alimentari (ciò che dovrebbe finire nel compost) rappresentano comunque un rifiuto che è meglio non rilasciare nell’ambiente.
  5. Risparmiare denaro. Se scegliamo di includere anche i baccelli di piselli nelle nostre preparazioni, saremo costretti a comprare meno piselli e, quindi, potremo risparmiare qualche soldino.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook