Bicarbonato di sodio: 4 modi a cui (forse) non avevi mai pensato per usarlo quando fai il bucato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il bicarbonato di sodio è un elemento molto utile non solo per le pulizie domestiche, ma anche quando ci occupiamo del bucato: ecco alcuni modi di utilizzo che forse non conoscevi

Economico, facilmente reperibile, adatto a mille usi in cucina e per le pulizie: il bicarbonato è un prezioso alleato per svolgere molte attività in casa in maniera sostenibile, senza dover ricorrere per forza a prodotti chimici inquinanti e pericolosi.

Sapete che il bicarbonato può essere utilissimo anche quando facciamo il bucato? Ecco cinque modi in cui dovremmo iniziare a utilizzarlo per avere panni più morbidi e puliti ed elettrodomestici (ferro da stiro e lavatrice) più efficienti.

Per eliminare i cattivi odori dal bucato

Utilizziamo il bicarbonato come assorbi-odore già in cucina, ad esempio all’interno del frigorifero. Perché non sfruttare questa sua proprietà anche per i nostri capi di abbigliamento che hanno un cattivo odore. Tutto quello che dobbiamo fare è aggiungere una mezza tazza di bicarbonato nel cestello della lavatrice: i cattivi odori dai nostri panni spariranno come per magia.

Leggi anche: La tua lavatrice puzza? Come eliminare i cattivi odori con questi semplici ingredienti che tutti abbiamo in casa

Se ci troviamo con un capo di abbigliamento impregnato di cattivo odore, possiamo adottare una procedura “di emergenza”. Che sia puzza di sudore oppure puzza di fumo o di frittura, il metodo è lo stesso: sciogliamo una o due tazze di bicarbonato (a seconda della quantità di vestiti da pretrattare) in una bacinella con acqua tiepida.

Lasciamo ora i nostri capi maleodoranti in ammollo nella soluzione per una notte intera, prima di procedere con il solito lavaggio – a mano o in lavatrice. Il bicarbonato avrà eliminato ogni traccia di cattivo odore.

Per rendere i tessuti più morbidi

Vi sarà certamente capitato di tirar fuori i panni dalla lavatrice e di percepirli un po’ rigidi, come fossero inamidati. Questo accade soprattutto con gli asciugamani e con i capi più pesanti che, dopo essersi asciugati sullo stendino, diventano proprio duri – anche se abbiamo aggiunto l’ammorbidente al nostro lavaggio.

Questo inconveniente è dovuto alla presenza di una grossa percentuale di calcare nell’acqua di lavaggio, che si infiltra nelle maglie dei tessuti rendendole rigide. Per ridurre questo inconveniente, possiamo investire in un decalcificatore che “addolcirà” l’acqua proveniente dalla conduttura prima che questa finisca nelle tubature.

Ma si tratta di una soluzione tutt’altro che economica, che può comportare una spesa di molte centinaia di euro. In alternativa, possiamo aggiungere mezza tazza di bicarbonato a ogni ciclo di lavaggio: il bicarbonato renderà l’acqua più dolce e, di conseguenza, ci restituirà un bucato morbido come appena comprato.

Vogliamo sottolineare che il bicarbonato è un ammorbidente naturale, meno inquinante per l’ambiente rispetto agli ammorbidenti si trovano in commercio e che contengono sostanze chimiche inquinanti.

Per migliorare l’efficienza del detersivo

Una scarsa efficacia del nostro detersivo potrebbe dipendere dall’eccessiva presenza di calcare nell’acqua. Se notiamo che il bucato non esce ben pulito dalla lavatrice o se addirittura vediamo “grumi” di detersivo che si creano sui tessuti, possiamo utilizzare il bicarbonato per risolvere questi problemi.

A cestello vuoto e asciutto, prima di inserire il bucato sporco, aggiungiamo qualche cucchiaio di bicarbonato in purezza. Durante il lavaggio, esso renderà l’acqua meno calcarea e, di conseguenza, il detersivo più efficace. Attenzione a non inserire il bicarbonato nel cassetto per il detersivo – non è affatto una buona idea!

Per tenere pulito il ferro da stiro

Il bicarbonato di sodio ha una potenza abrasiva delicata – l’ideale per pulire la piastra in metallo del nostro ferro da stiro. A ferro spento e freddo, con la spina non inserita nella corrente, creiamo una “pasta” con bicarbonato e poca acqua tiepida che spalmeremo sulla piastra dell’elettrodomestico.

Leggi anche: Smettere di stirare si può: vantaggi e consigli

Dopo qualche minuto di posa, strofiniamo delicatamente con un panno in cotone morbido, insistendo sulle piccole bruciature e sugli aloni lasciati dal calcare. Quando siamo soddisfatti del nostro lavoro, completiamo la pulizia passando una pezzuola inumidita con aceto bianco per rimuovere i residui di bicarbonato.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook