Le antiche casette per la pigiatura del vino non hanno niente da invidiare alle case degli Hobbit (e sono in Italia)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Siete fan del signore degli Anelli? Se la risposta è sì, in provincia di Potenza c'è un posto incantato che dovete assolutamente visitare e che ricorda la Contea degli Hobbit: è il Parco dei Palmenti di Pietragalla, la cui costruzione risale a secoli fa

Non tutti lo sanno, ma in Basilicata c’è un luogo unico, che sembra popolato da gnomi e folletti. Stiamo parlando del Parco dei Palmenti di Pietragalla, un complesso di antiche grotte che sorge a circa 20 km da Potenza. Arrivato in questo posto si ha subito l’impressione di essere stati catapultati sul set ispirato al romanzo fantasy di J. R. R. Tolkien. Le piccole strutture – con i tetti ricoperti di erba – ricordano tantissimo, infatti, le casette dei leggendari Hobbit.

A cosa servivano le grotte

In realtà, in queste grotte di tufo non ci abita nessuno. La loro costruzione risale al XIX secolo e venivano utilizzate per produrre il vino. Al loro interno, infatti, sono ancora visibili le aree in cui avveniva la pigiatura dell’uva. Questo procedimento avveniva a piedi nudi nelle diverse vasche comunicanti scavate nella roccia.

In quelle più alte si pestava l’uva che trasformata in mosto cadeva nelle vasche sottostanti, in cui veniva lasciato a fermentare. In un momento successivo il vino veniva trasferito in botti di legno per poi essere trasportato nelle cantine (rutt) – antri enormi e bui scavati sotto le abitazioni – nel centro di Pietragalla, paese in cui oggi vivono poco più di 3mila persone.

Per la realizzazione dei palmenti sono stati seguiti i principi della cosiddetta “economia costruttiva”, non a caso sono stati utilizzati materiali naturali presenti nelle zone circostante, ad esempio le pietre di fiume e la sabbia per l’intonaco. Le caratteristiche grotte sono state sfruttate per produrre vino fino agli anni Sessanta del ‘900.

Gli antichi palmenti, che sono stati restaurati di recente, rappresentano una testimonianza affascinante delle tradizioni legate al vino, da valorizzare e custodire.

Se si fa tappa a Potenza e dintorni, è indubbiamente una meta da non perdere (specialmente se siete fan del Signore degli Anelli)! Sul sito del Parco trovate info utili su come raggiungere il posto.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Parco dei Palmenti di Pietragalla

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook