Come e quando pulire i mobili da giardino in rattan

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I mobili in rattan sono ideali per arredare lo spazio esterno, ma hanno bisogno di cure e attenzioni. Scopriamo come pulirli per mantenerli perfetti e i consigli per una corretta manutenzione.

I mobili in rattan donano stile e sono perfetti soprattutto per arredare il tuo spazio esterno, come il giardino o il terrazzo. Il vantaggio di avere mobili da giardino in rattan è che i pezzi sono leggeri, resistenti ed ecologici.

Infatti, si tratta di un vitigno strettamente correlato alle palme tropicali, cresce in un bastone che ha un diametro compreso tra 1 pollice e 3 pollici, che può essere tagliato in lunghezze e cotto a vapore per modellarne le curve.

La buccia esterna della vite viene staccata per creare lunghezze flessibili, e per legare insieme i giunti dei mobili. Poiché può diventare fragile o può danneggiarsi se esposto al calore o all’umidità, occorre un po’ di attenzione per mantenere il materiale pulito e privo di polvere.

Quante volte pulire i mobili in rattan?

A causa delle tecniche di costruzione utilizzate per i mobili in rattan, ci sono molti angoli e fessure che possono raccogliere polvere e sporco.

I mobili devono essere spolverati o aspirati con una spazzola per tappezzeria o un aspirapolvere settimanalmente.

Una pulizia a umido più approfondita dovrebbe essere eseguita mensilmente. Eventuali macchie di cibo, bevande o fango devono essere rimosse immediatamente, in modo da preservare il colore dei tuoi mobili.

Almeno una volta all’anno, invece, ti consigliamo di ispezionarli per individuare eventuali fessure nelle fibre e la crescita di muffe e funghi visto che si tratta di mobili da esterno.

(Leggi anche: Realizza in casa la candeggina delicata: la ricetta con acqua ossigenata al 12%)

Consigli per la pulizia settimanale

Per rimuovere la polvere usa uno spolverino in microfibra o un aspirapolvere con una spazzola per tappezzeria, per spolverare l’intera superficie.

Per la rimozione di polvere ostinata, invece, ti consigliamo di utilizzare uno spazzolino a setole morbide per rimuovere l’accumulo di polvere negli angoli. Nelle zone più piccole e ristrette ti consigliamo di procedere con dell’aria compressa.

Se c’è una macchia di cibo, di bevande o impronte di fango ​, è bene eliminarle il prima possibile. Non cercare di strofinare via queste macchie perché il movimento non farà altro che spingere la materia più in profondità nelle fibre intrecciate.

Una volta rimosse, puoi procedere con un panno in microfibra umido per pulire l’area e lasciare asciugare all’aria aperta.

Consigli per la pulizia mensile

Per eseguire una pulizia mensile, ti consigliamo di creare una soluzione detergente con 4 tazze di acqua tiepida e un cucchiaino di detersivo per piatti.

Dopo aver realizzato questa soluzione, con l’aiuto di un panno procedi con la pulizia dei tuoi mobili. Ecco come:

  • immergi un panno in microfibra nella soluzione detergente
  • partendo dalla parte superiore del pezzo di rattan, pulisci i mobili
  • sciacqua frequentemente il panno e strizzalo bene fino a quando non è leggermente umido
  • usa uno spazzolino da denti per rimuovere eventuali accumuli nella tessitura
  • evita di sciacquare i mobili con troppa acqua.

Consigli per la pulizia annuale

Una volta all’anno, tutti i cuscini dovrebbero essere rimossi, i mobili ispezionati per eventuali problemi e il rattan condizionato.

Ecco come procedere:

  • ispeziona il rattan per notare eventuali problemi
  • se i mobili sono stati all’esterno, controlla la presenza di muffe e funghi, che di solito si verificano sulle gambe del mobile
  • se è presente della muffa, mescola una soluzione di parti uguali di candeggina e acqua, ma cerca di non saturare il rattan
  • dopo di che, lascia asciugare all’aria aperta.

Dopo l’asciugatura è bene procedere condizionando il rattan in questo modo:

  • dopo aver spolverato, trattato le macchie, eliminato eventuali muffe e pulito con schiuma detergente, lascia asciugare completamente il rattan
  • una volta asciutto, immergi un panno pulito e morbido nell’olio di lino bollito per ammorbidire le fibre
  • partendo dalla parte superiore del mobile, strofina il rattan con l’olio perché questo aggiungerà umidità alle fibre per aiutare a prevenirne la rottura
  • lascia asciugare completamente per almeno 48 ore prima di riposizionare i cuscini.

Come far asciugare i mobili in rattan

A meno che il rattan non sia eccessivamente bagnato, lascialo asciugare all’aria. Se c’è acqua in eccesso, ti consigliamo di utilizzare un panno morbido e completamente asciutto in modo da assorbire l’acqua dai tuoi mobili.

Come far durare più a lungo i mobili in rattan

Per far durare più a lungo i tuoi bellissimi mobili in rattan, ecco alcuni tips e consigli utili:

  • non trascinare i mobili sul pavimento, ma sollevali in modo uniforme da ciascun lato per evitare uno stress eccessivo alle fibre
  • posiziona cappucci di gomma o feltrini sotto ciascuna gamba per evitare un’usura eccessiva e la spaccatura
  • evita di posizionare i mobili in ambienti troppo o poco umidi per mantenere le fibre perfette
  • ruota i mobili per evitare che il sole causi un eccessivo sbiadimento solo da un lato
  • usa cuscini imbottiti nei sedili per aiutare a distribuire il peso, e impedire che il rattan si abbassi troppo.

Ora che conosci tutti i trucchi per prenderti cura dei mobili da giardino in rattan, non ti resta che procurarti tutto l’occorrente per una perfetta pulizia dei tuoi complementi d’arredo.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok |   Youtube

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook